Inghilterra: Federazione e club, torna il sereno

premiership rfu

Un accordo da tredici milioni di sterline. Dopo settimane di discussioni e minacce, infatti, i club della Premiership e la Federazione inglese hanno stipulato un accordo per gestire il massimo campionato inglese in concomitanza della Rugby World Cup “Inghilterra 2015”.

Come scrivevamo ad agosto, infatti, l’Irb prevede che durante la Rugby World Cup non si giochino i campionati nazionali nel Paese ospitante. Quindi, per la Premiership, fischio d’inizio solo a fine ottobre, con una perdita economica che i club avevano valutato in 1,2 milioni di sterline a testa. E, così, una richiesta di un rimborso da parte dell’RFU di 14 milioni di sterline, cui la Federazione aveva risposto con un’offerta di ‘soli’ sei milioni.

Ora, però, il compromesso è stato trovato. La RFU pagherà i sei milioni offerti, ma in accordo con l’IRB è stato deciso che la Premiership potrà prendere il via in concomitanza della fase a eliminazione diretta dei Mondiali, quindi già a inizio ottobre. Inoltre, ci sarà un ulteriore incentivo di circa 7 milioni di sterline che la Federazione pagherà, ma con due condizioni: in primis che la RWC sia un successo (cioè che le casse della RFU siano piene, ndr.) e, poi, che i club firmino entro tempi ristetti il nuovo Heads of Agreement, l’accordo quadro che regola il rapporto tra RFU e club e la cui scadenza è fissata a metà 2016.

Segui @Rugby1823 su Twitter

Seguici su Google+

Inghilterra: Federazione e club, torna il sereno é stato pubblicato su rugby1823 alle 16:00 di 19 settembre 2014.