Imperia Rugby under 12 protagonista nella Festa Regionale del minirugby di Sant’Olcese.

unnamed (1)

La ridente località collinare del Genovesato è nota per i suoi insaccati tradizionali. Era, ai tempi, sede di ritiri calcistici del Genoa. Ora vuol dire anche rugby, nell’ottica di un intelligente recupero della locale amministrazione. Gli Amatori Rugby Genova hanno fatto le cose con cura, distinguendosi per la loro notevole competenza in materia di rugby giovanile.
Una belle kermesse, dunque, con otto formazioni under 12 impegnate in un torneo tiratissimo di quattro ore.
I risultati sono significativi per Imperia Rugby, che si pone subito a ridosso delle grandi genovesi, quale quarta forza e comunque prima del Ponente ligure. Insomma, dopo Pro Recco, Genova ed Amatori c’è Imperia. E comunque davanti alle performanti Province dell’Ovest, alla formazione B del Genova , al Savona ed ai Salesiani di Vallecrosia, nuova entrata nel panorama minirugbistico ligure.
Buona soddisfazione dunque per il tecnico Alessandro Castaldo, che è noto anche per la sua certificata capacità in materia di educazione motoria. Quello che ci vuole durante l’età dello sviluppo. Mettendo insieme realtà fisiche diverse, come quelle di bambini e bambine, che giocano assieme in questa fascia d’età. E Imperia ha ben quattro femminucce in organico.
Il dato più rilevante è quello comportamentale. È quello sui cui puntano maggiormente i responsabili del settore giovanile imperiese. La stagione è stata lunga, con trasferte, viaggi, tornei. Si è formato un gruppo e si sono saldate amicizie. Ci si confronta tutte le settimane con scuole ovali fortissime e si partecipa a quell’ambito progetto di Riviera Rugby School che coinvolge tutta una fetta di Liguria. E alla fine ci si ritrova a caldo ormai esploso per un finale di stagione scoppiettante, con la direzione di gara di gente che di rugby ne conosce. Si sa quanto sia sacrale la figura dell’arbitro nel rugby. È così che i giovanissimi liguri hanno avuto il privilegio di essere diretti da Mohammed Mansouri, spesso impegnato nelle dure partite dei seniores di buon livello, nonché da figure come Luigi Ardoino, presidente Imperia Rugby, terza linea nello sport e nella vita ed autorevole direttore di gara (i bene informati lo sanno) e da Sara Essaber, una competente giocatrice savonese, capace di portare avanti idee innovative per lo sport dell’ovale in Liguria.

IMPERIA RUGBY: Mori, Seeberger, Binelli, Ardoino, Campanini, Trincheri, Adinolfi, Vitale, Abbo, La Rosa, Vuerich, Riano, Bonavera, Campione, D’Intino, Cucinotta. All: Alessandro Castaldo.