Il week end della Udine Rugby Junior

Sabato 5 aprile l’Udine Rugby Junior ha affrontato il Valdobbiadene ed entrambe le società hanno potuto schierare due squadre, anche se l’influenza, incombente, ha messo a dura prova il completamento delle liste di gara. La pioggia mattutina ha reso il terreno di gioco perfetto e il cambio d’ora ha permesso di giocare con la luce naturale. I friulani sono partiti molto bene, mettendo in difficoltà gli ospiti che poco hanno potuto contro il gioco fatto di punti d’incontro veloci, placcaggi e recupero del pallone. I Tuttineri udinesi sono andati in meta per più di una volta ed i veneti non sono riusciti ad uscire dalla loro metà campo, se non grazie a dei calci che sono stati subito contenuti. Altra musica nella seconda frazione di gioco, dove i padroni di casa, forse appagati del risultato del primo parziale, non sono riusciti ad imporre ritmo alla partita, trasformando tutto in azioni singole che non hanno portato a nulla. Il Valdobbiadene, di conseguenza, ha preso coraggio e ha iniziato a giocare un buon rugby e, favorito dalla poca propensione degli udinesi a placcare, è andato più volte in meta riducendo lo svantaggio accumulato nel primo tempo. La partita si è chiusa sul risultato di 62 – 27 per gli udinesi, ma resta il rammarico per aver perso nel secondo tempo l’attenzione dovuta.

Nella seconda partita il Valdobbiadene a causa dell’influenza, che ha costretto a rimanere a casa alcuni giocatori, non è riuscito a schierare la squadra completa, ma la partita, anche se non valida ai fini regolamentari, è stata comunque giocata. Gli udinesi hanno iniziato bene riuscendo a tenere gli avversari nella loro metà campo, con un gioco efficace, veloce e che ha lasciato poco spazio. Anche in questo incontro ci sono state alcune situazioni in cui i padroni di casa si sono persi nel gioco e nella concentrazione, ma solo attimi, ai quali la squadra ha saputo reagire prontamente. La gara si è chiusa sul 47 – 7 per gli udinesi e le caratteristiche della partita hanno permesso di provare ruoli nuovi a più giocatori e di far esordire Sara nella sua prima partita “ufficiale”: sostenuta dal pubblico in ogni sua azione si è dimostrata capace e per niente intimorita.

Quella tra il Lido Venezia e l’Udine Rugby Junior under 16 è stata una partita a senso alternato per un tempo, con cambiamenti di fronte che però hanno portato maggiori frutti alla squadra di casa. Dalla ripresa, invece, la partita è stata a senso unico, con i veneziani capaci di sfruttare ogni occasione che gli si è presentata per segnare. Nell’analisi del primo tempo le mete subite dalla formazione friulana sono state frutto di ingenuità e distrazioni, tutte avvenute in momenti di possesso palla, dove la scarsa attenzione alla posizione e l’atteggiamento superficiale hanno determinato le segnature avversarie.

Nel mezzo ci sono stati capovolgimenti di fronte che hanno mostrato alcuni bei momenti di gioco con ripartenze degli avanti friulani dai punti d’incontro, aperture e giocate dei trequarti e due occasioni di meta bloccate con abilità dai padroni di casa. Il secondo tempo, anche se cominciato con una buona determinazione dai ragazzi friulani, non ha permesso di raccogliere punti dagli sforzi compiuti. La squadra di casa è andata in meta per quattro volte e ha chiuso il match vincendo 43 – 7 sui friulani che, nonostante siano stati in svantaggio per tutta la partita, hanno sempre mostrato una buona voglia nel contendere la palla e nel giocare che da tempo non dimostravano.