Il Valsugana è un club d’Elite: U16 e U18 accedono al girone più ambito

unnamed (1)

Domenica 28 settembre le squadre Under 16 e Under 18 del Valsugana Rugby Padova hanno conquistato una dietro l’altra il diritto di partecipare ai rispettivi gironi Elite, superando la concorrenza di Pordenone e Mirano sui campi di Altichiero. Si tratta di una fantastica “doppietta”, che conferma la qualità di un settore giovanile interessato da processi formativi solidi e ogni anno prodigo di successi.
I primi a scendere in campo sono stati gli Under 16, guidati dai coach Francesco Bianchi e Luca Faggin, il trainer Alberto Lentola, gli assistant coach Nicola Grigolon e Tommy Beraldin. Dopo la schiacciante vittoria nel primo turno di barrage contro il Mirano, sconfitto 58 a 7, gli juniores biancoazzurri hanno affrontato il secondo e decisivo incontro per l’accesso al girone Elite, sfidando in casa il Rugby Pordenone. Il divario fra le due squadre è sembrato evidente sin dalle prime battute di gioco e il Valsugana ha imposto immediatamente il proprio ritmo, chiudendo la gara con sedici mete all’attivo e una sola subita. 94 a 5 il risultato finale, un biglietto da visita eloquente per le prossime avversarie di questo team.
Se la vittoria degli Under 16 è sembrata certa già nel primo tempo, gli Under 18 hanno lottato fino all’ultimo per raggiungere l’ambito traguardo, davanti a un pubblico particolarmente numeroso. I ragazzi allenati dai tecnici Carlo Toni e Corrado Cesaro, con la collaborazione del trainer Dario Zanato, hanno subito sin dalle prime battute la maggiore fisicità e organizzazione del Mirano. Dopo un’iniziale scambio di mete, gli ospiti hanno preso il largo e a un minuto dalla fine conducevano 31 a 15, un parziale che avrebbe ribaltato l’esito del match di andata, conclusosi 29 a 20 per il padovani. Ma gli Under 18 del Valsu non hanno mai mollato la presa e allo scadere sono riusciti nell’impresa di mettere alla corde gli avversari, costringendoli a ripetuti falli in prossimità della loro area di meta, con relative ammonizioni. In superiorità numerica, gli atleti biancoazzurri hanno raccolto le ultime forze e trovato la via per la quarta meta, che è valsa il punto di bonus in classifica e con esso la certezza di rimanere in Elite, nonostante la sconfitta (31 a 20 il risultato finale).
Si è chiusa così un’altra splendida giornata di rugby per il club di via Querini, con evidente soddisfazione per tutta la dirigenza del Valsugana, a partire dal presidente Fabio Beraldin, il direttore sportivo Stefano Ghinassi e il director of rugby Polla Roux, che al termine degli incontri non hanno lesinato parole di elogio per due squadre giovanili che faranno certamente parlare ancora di sé.