Il San Mauro travolge l’Amatori Verbania

AMATORI RUGBY VERBANIA – RUGBY SAN MAURO 6 – 45

Lunga trasferta per i gialloblu di coach Monfrino nella 17esima giornata del Girone Piemonte 2 del campionato di C1 che li vedeva impegnati sul campo di Verbania.

I sanmauresi arrivavano in riva al lago con l’ambizione di continuare a macinare punti utili alla marcia che porta verso i play – off, in un campionato in cui la voce grossa la fanno poche compagini, perdere anche solo un punto per strada può dimostrarsi fatale.

L’ampio divario in classifica e il risultato dell’andata, che aveva visto i collinari imporsiagevolmente 78 a 3, lasciavano presagire ad una domenica senza troppe preoccupazioni per la capolista.

Ma, come si sa, ogni partita è storia a se e quello che si presenta davanti è un Verbania molto ben organizzato con ottime giovani individualità nella linea dei tre- quarti e qualche elemento di esperienza in mischia, pronto a vender cara la pelle e a rendere dura la vita alla capolista.

Il primo tempo sembra dar ragione a questa affermazione, il San Mauro non riesce ad ingranare esono i padroni di casa a fare il ritmo della partita, tanto da portarsi in vantaggio con un calcio di punizione abilmente trasformato dall’ottima apertura.

La reazione del San Mauro tarda ad arrivare, molta confusione soprattutto sui punti di incontro non da la possibilità di mettere in moto la sperimentale ma pur sempre molto temuta linea di tre quarti gialloblù ( coppia di centri inedita formata da Gramada e dall’estremo Dezzani con il centroVarricchio provato da estremo) e solo verso la fine del primo tempo si vede la prima meta dell’incontro grazie ad un ottima percussione proprio di Gramada che schiaccia l’ovale oltre la linea. Il primo tempo si chiude con un preoccupante 3-5 con una sola meta realizzata, pensando alla necessità di realizzare i 5 punti in modo da rintuzzare gli attacchi che vengono dalle squadre che seguono in classifica.

Ma nel secondo tempo si vede un altro San Mauro, la maggior decisione sui punti di incontro eprecisione generale fa si di perdere meno palloni e di mettere in moto le gambe e la maggior penetrazione dei tre-quarti, che portano in rapida sequenza Dezzani a segnare due volte con due ottime trasmissioni della palla a largo .

Il Verbania sembra accusare il colpo e, complice anche la stanchezza dettata soprattutto da una panchina molto corta che rendeva impossibile effettuare cambi, allenta un po’ la pressione difensiva sino ad allora molto efficace, arriva allora la quarta meta, terza personale, del solito Dezzani che porta anche il tanto osannato punto di bonus.

Raggiunto l’obbiettivo i collinari si sciolgono, migliora l’intensità e arrivano altre quattro segnature da parte di Dezzani, Buronzo, di nuovo Gramada, e Murisengo, a cui fa seguito il secondo piazzato di giornata del calciatore del Verbania che serve solamente a fissare il punteggio finale sul 6 a 45.

Missione compiuta per la capolista che, non con qualche difficoltà di troppo, continua la marcia che porta a cercare di conquistare il primo posto del girone, fondamentale per avere un cammino più agevole nel barrage che porta alla Serie B.