Il Pataro’ Rugby Lumezzane affronta l’Asr Milano per contendersi il primato

È il Rossaghe di Lumezzane il palcoscenico sintetico del match clou della quarta giornata di ritorno della serie B. Il faccia a faccia tra le due formazioni che dall’inizio della stagione si contendono lo scettro di prime della classe del girone A, cioè il quindici di casa guidato dal tecnico gallese Mike Gosling e il giovane collettivo meneghino di Bonacina. Alla prima delle due sfide cruciali in chiave play off, la seconda è fissata per domenica prossima a Parabiago, i valgobbini si presentano come inquilini del posto di comando, con una lunghezza di vantaggio sui rivali, grazie alla convincente vittoria con bonus centrata prima del turno di stop nella palude dei Caimani.

Un 2014, finora, di soli successi per entrambi i collettivi. A fare la differenza sono state il numero di mete segnate nei match e quindi i punti di bonus offensivi centrati. Ed il Lumezzane, oltre al primato in classifica, detiene anche il record di punti segnati (ben 87 in più rispetto ai milanesi) e di bonus agguantati (solo nel girone di ritorno tre in tre incontri).

I ricordi della sconfitta incassata all’andata con l’Asr, per 31-17, non impensieriscono perciò più di troppo Gaston Cuello e compagni, che sono ansiosi di riabilitarsi dalla sbiadita e titubante prestazione novembrina, ottenendo un successo che potrebbe valere la definitiva acquisizione della leadership.

“Vogliamo riscattare il match d’andata – conferma coach Gosling – durante il quale non abbiamo praticamente giocato, se non dieci minuti nella ripresa. Forse proprio questo è un punto a nostro favore – ironizza il tecnico- perché non avendo mostrato il nostro gioco, loro non sanno cosa aspettarsi. La formazione milanese è giovane e dotata di un gioco effervescente, ma negli ultimi match ha faticato a fare il punto di bonus. Noi abbiamo lavorato sodo per correggere glie errori che ci sono costanti la sconfitta di novembre, concentrandoci soprattutto sui punti d’incontro e sulla mischia chiusa, fasi in cui abbiamo concesso troppi calci di punizione ai meghini.”

Rispetto al primo test stagionale con i maggiori rivali in chiave promozione, i rossoblu possono contare sul valido contributo di un terreno di gioco veloce, come il sintetico di casa, ed anche su due giocatori determinati per l’equilibrio del gioco valgobbino: l’apertura Mattia Locatelli e l’estremo Gabriel Tamburri. In vista di un periodo più che mai decisivo per il salto di categoria, coach Gosling recupera anche Luca Raza e Massimo Scaramella ed in infermeria rimangono solamente Bosio, Colosio, Gabba e Medici.

La formazione del Patarò Lumezzane: Tamburri; Raza, Scaramella, Zaffino, Masgoutiere, Locatelli, Cittadini; Cuello, Bellandi, Rizzotto; Scotuzzi, Montini; Piciaccia, Cairo, Cerri. A disposizione: Zoli, Vitrani, Peveroni, Bugatti, Seminara, Fazzari, Costantini.