Il nuovo Mogliano alza il sipario: l’esperienza di Rouyet e Allori, l’imprevedibilità di Semenzato e Barraud

Riprende il nostro cammino alla scoperta dei nuovi XV dell’Eccellenza. Oggi tocca al Mogliano, una squadra che ha rinnovato molto rispetto alla scorsa stagione. Ha salutato diversi eroi tricolori (Swanepoel, Lucchese, Meggetto, Gianesini), rivoluzionando nettamente il roster a disposizione di Properzi, coach che ha deciso di continuare alla guida dei biancoblù.
MOGLIANO
Mischia: Rouyet e Allori, affiancati da Ferrari (di ritorno da Tolone) e Appiah compongono un poker di esperienza e freschezza in prima linea. Ottimo il colpo Van Vuren, come pure quelli Filippucci (foto) e Cicchinelli. Confermare Halvorsen (che aveva diverse pretendenti) è stato una mossa saggia. Con gli insegnamenti di Properzi, rimarrà un reparto molto temibile.
Tre quarti: cambia padrone anche il joystick, consegnato in mano alla coppia Semenzato-Barraud. Gran parte del gioco dipenderà dall’alchimia che nascerà tra i due, ma le premesse fanno ben sperare. Morsellino all’ala è alla ricerca della stagione della svolta, così come Zorzi, che spera di vivere un anno senza infortuni. Sicuro il rendimento di Pavan (sia all’ala che ai centri), mentre per Van Zyl si aspetta la risposa del campo. Se confermerà le aspettative, potrà diventare uno dei crack del campionato.
Voto: 8

Ecco il 15 ipotetico (in maiuscolo i nuovi arrivi):

15 VAN ZYL

14 PAVAN R.

13 Ceccato E.

12 Boni

11 MORSELLINO – Zorzi

10 BARRAUD

9 SEMENZATO

8 Halvorsen

7 FILUPPUCCI

6 CICCHINELLI

5 VAN VUREN

4 Bocchi – Maso

3 ROUYET – FERRARI

2 Gega

1 Appiah – ALLORI

All. Properzi (confermato)