Il Modena Rugby 1965 fa festa all’ultimo respiro

modena_rugby_1965_mischia-650x250

Non sono mancante le emozioni nel primo test match a Collegarola del Modena Rugby 1965. I ragazzi di coach Ogier superano 31-29 Caimani del Secchia, grazie ad una meta all’ultimo minuto di Trotta, trasformata da Utini.
L’avvio dei geminiani è fulminante: dopo 3 minuti Utini trova lo spazio giusto nella difesa mantovana e segna la prima meta (7-0 grazie alla trasformazione dello stesso Utini). Tre minuti più tardi è Rovina a schiacciare in meta e bissare il vantaggio dei padroni di casa (14-0 grazie al preciso calcio di Utini). Al break di metà tempo (al 20′ e al 60′) Modena è avanti 14-0, senza aver corso nemmeno un rischio. Coach Ogier cambia il triangolo allargato, inserendo Mazzotti e Pedrazzi alle ali e Marzougui estremo, ma la sinfonia non cambia, anche se il dominio territoriale non si concretizza. Al cambio di campo i verdeblù si trovano avanti 14-0 e, a parte qualche scricchiolio in mischia, sembrano tenere bene il campo.
Nella ripresa gli ospiti cambiano ritmo e alla prima disattenzione dei padroni di casa colpiscono con Cimardi, che schiaccia in meta al 43′ (Fisi dalla piazzola porta anche i due punti della trasformazione). Si gioca nella stessa metà campo del primo tempo e infatti ora sono i Caimani a chiudere i modenesi nella loro 22. Al 52′ una rapida azione alla mano da sinistra a destra trova la retroguardia geminiana mal posizionata e N’Doye colpisce per il 14-12 parziale (palo di Fisi dalla piazzola). Il calo delle due squadre è evidente, ma al 59′ Modena riesce ad organizzare una maul efficace e a portare Cojocari in meta per il 19-12 che chiude la prima parte del secondo tempo. Fuochi d’artificio negli ultimi 20 minuti, con le due squadre che dimostrano coi fatti che nel rugby non esistono partite amichevoli. Al 63′ Masoni va in meta e Fisi alla trasformazione confezionano il pari (19-19) e due minuti più tardi Camurri e il solito Fisi portano avanti i Caimani (19-26). Il piazzato di Fisi al 72′ sembra chiudere definitivamente i giochi, portando il vantaggio dei mantovani in doppia cifra (19-29).
L’ottima prestazione dei Caimani non è abbastanza di fronte all’orgoglio del Modena, che al 74′ riduce le distanze con una bella meta di Martines e allo scadere segna la meta decisiva con Trotta, ben servito da Catellani. La trasformazione di Utini fissa il punteggio finale sul 31-29.
Così l’allenatore del Modena Rugby 1965 Gianluca Ogier a fine gara: “È stata una bella vittoria, utile per il morale del gruppo, ma anche una partita che mi servirà per correggere alcuni errori. Ho apprezzato la voglia vincere dei miei, ma in alcune fasi siamo stati troppo indisciplinati e soprattutto nei primi cinque uomini c’è da lavorare parecchio. In più si è fermato Rovina per infortunio, le prossime uscite serviranno anche a provare nuove soluzioni in mediana».
Il prossimo impegno del Modena Rugby 1965 sarà domenica prossima, 21 settembre, a Imola con il Romagna Rfc.

Tabellino
Modena Rugby 1965-Caimani del Secchia 31-29
Marcature: 3′ meta Utini tr Utini, 6′ meta Rovina tr Utini; 42′ meta Cimardi tr Fisi, 52′ meta N’Doye nt, 59′ meta Cojocari nt, 63′ meta Masoni tr Fisi, 65′ meta Camurri tr Fisi, 72′ cp Fisi, 74′ meta Martines nt, 80′ meta Trotta tr Utini.
Modena Rugby 1965: Utini; Trotta, Orlandi, Uguzzoni, Martines; Catellani, Rovina; Venturelli M., Venturelli L., Furghieri; Macccaferri, Dormi; Milzani, Salici, Faraone. A disposizione: Vaccari, Floris, Rizzi M., Cojocari, Pincelli, Patera, Rossi, Pilati, Pedrazzi, Mucchi, Danieli, Mazzotti, Tepsanu, Stachezzini, Viva, Rizzi A., Sarti, Secchi, Esposito, Marzougui. All. Ogier.
Caimani del Secchia: Fisi; N’Doye, Curcio, Mantovani, Smagnotto; Mezza, Masoni; Cimardi, Abourrouche, Camurri; Favagrossa, Tamassia; Manghi, Cozza, Benvenuti. All. John.
Arbitro: Poluzzi (Reggio Emilia).
Note: Spettatori 100 circa. Risultato primo tempo 14-0. Calci: Utini (Modena) 3/5, Fisi (Caimani) 4/5.