Il Cus Pavia batte il Rozzano

CUS PAVIA – CHICKEN ROZZANO 39- 10

CUS Pavia: Contarato,Chiudinelli,Roberto,CullaciatiC,Di Dio,Verona,Papalia,Zampori,Desmet,Tavaroli,Melorio,Vescovi,Zambianchi,Trocchia,Fietta all Cantore a disposizione : Blasigh,CullaciatiA,Zucchetti,Livieri,Gandolfi,Bonizzoni,Disetti

Chicken Rozzano: Notaro,Garnier,Graziano,Bellantoni,Squassi Dan,Barcaglioni,Tamborini,Flore,Gatti,Candelli,Acerbi,Borsani,Deponti,Ragosa,Greppi a disposizione : Squassi Die,SquassiDar,Scotti,Poma,Ardizzone, Perugini

Marcatori: 3′ meta Garnier trTamborini (RZ), 15′ meta Roberto (PV), 31′ meta Di Dio (PV), 44′ cpTamborini (RZ), 51′ meta Roberto, 59′ metaZampori, 64′ meta Desmettr Verona, 71′ meta Roberto, 77′ meta ContaratotrDisetti (PV)

CLASSIFICA : Union Milano 83, Varese 75, CUS PAVIA 74, Chicken Rozzano 61, Tradate 35, Malpensa 26, Valcuvia 23, Voghera 19, Cernusco 13, Parabiago -3

L’ultimo atto di questo campionato va in scena al Cravino davanti ad un folto pubblico di casa, pronto ad animare sia l’agguerrita partita che la festa di fine anno che ne è conseguita, in una domenica rugbisticamente importante che aveva già visto il CUS Pavia protagonista in mattinata con i piccolini terribili delle under 8,10 e 12 impegnata sui campi trevigiani per il celeberrimo Trofeo Topolino, segnale che il mondo ovale pavese sta crescendo davvero bene. Ma la partita è vera e forse inizia con i gialloblu che hanno già la testa alla grigliata successiva e difatti vengono beccati dai polletti che sfruttano un errore di Contarato per andare a segnare una meta nei primissimi minuti di gioco. Questi 7 punti svegliano i beniamini di casa che si ributtano in avanti con una mischia ancora una volta dominante e dei tre quarti quasi inarrestabili bastano un paio di buoni passaggi dalle mani del Baronetto di San Michele Verona per le gambe del Cavallo Normanno Roberto che uscito al galoppo dai blocchi può andare a segnare la meta che da inizio alla riscossa pavese. Padroni di casa sempre in attacco quando siamo alla mezz’ora,l’avanzamento è dato ancora una volta dai ragazzacci del pack di mischia poi la palla vola fuori ed è una bella combinazione tra Roberto e la Fatina Volante Di Dio che porta quest’ultimo a schiacciare il pallone del vantaggio gialloblu. Le squadre vanno al riposo sul 10-7 ma con Pavia che ha davvero sofferto l’aggressività dei polli di Rozzano.

Squadra ospite che si riporta in parità ad inizio ripresa grazie ad un calcio di punizione dell’ex di giornata Tamborini; ma come per le principesse in difficoltà alla fine arriva sempre il principe azzurro su un bianco destriero a salvare la situazione, anche per Pavia arriva un cavallo a togliere le castagne dal fuoco, è un Cavallo Normanno che con una delle sgroppate che l’hanno reso famoso in tutti i boschi incantati vola fino alla meta e riporta in vantaggio i suoi. A questo punto la partita è al suo crocevia o Pavia riesce a fermare la reazione degli ospiti ed ad allungare oppure ne cadrà vittima e la partita verrà riaperta. Ma, quando c’è un peso grosso da spostare i portacolori dell’Alma UniversitasTicinenses sanno a chi mettersi in mano, così grazie ad una bella giocata orchestrata dai compari di mischia è l’Ultrapadano da Canneto Pavese Alarico Zampori a suonare la sinfonia giusta e a marcare la meta del bonus che dà vita al crescendo che porta i gialloblu a dilagare nel finale della partita. Pavia imposta un bel maul da touche per tranquillizzare i propri tifosi preoccupati per non averne ancora visto uno, ed è come sempre una meta per tutta la mischia a segnarla è ancora l’Aquilotto d’Acquasparta Desmet che quest’anno ha marcato la stragrande maggioranza delle mete scaturite da questa situazione. Pavia decolla sempre di più attaccando con una continuità spaventosa e non dando adito a nessuna offensiva degli ospiti che inebetiti dal ritmo folle dei padroni di casa non possono fare altro che subire. In mezzo al campo le cariche palla in mano degli uomini di mischia creano i giusti spazi da trafiggere per i rapidi tre quarti che mettono a referto le ultime due mete del match: a segnare la prima è ancora Federico Roberto che sigla la sua personale tripletta ostentando un benessere fisico-atletico e di essere arrivato al vertice dei giocatori top del torneo; l’ultima meta è segnata dal Tuono Padovano Contarato che irrompe come al solito a ciel sereno con una bella accelerata lungo l’out che va a cancellare l’errore con il quale aveva iniziato la partita.

CUS Pavia termina così la propria stagione al terzo posto e ad un passo dalla zona playoff a significare che con un po’ di lavoro in più ci si sarebbe potuti togliere qualche soddisfazione in più; nota positiva il margine di miglioramento che ha dimostrato di avere questa squadra molto giovane e vogliosa di lavorare bene.

Ora vedremo come si comporrà il girone del prossimo anno e chi saranno i nuovi avversari dei nostri eroi gialloblu

L’articolo Il Cus Pavia batte il Rozzano sembra essere il primo su On Rugby.

Category: Club, pavia