Il Colleferro Rugby prepara la stagione 2014/15

20131110210750_colleferro

Alla fine di maggio di quest’anno, il Colleferro Rugby 1965 ha ritenuto necessario rivolgersi direttamente al Presidente della FIR, Alfredo Gavazzi, per manifestare una proposta che rivedeva completamente il girone 4 della serie B.

Il suggerimento era legato alla suddivisione in 2 gironi a dodici squadre, ognuno suddiviso in due Pool territoriali da sei squadre ciascuno. Prima fase territoriale con partite di andata e ritorno. Al termine della prima fase, le prime tre classificate di ciascun girone parteciperanno a due ulteriori gironi (Pool Promozione) da sei squadre ciascuno, con gare di andata e ritorno, mentre le squadre classificate dal quarto al sesto posto accedono alle Pool Retrocessione. Le prime due classificate delle rispettive si qualificano ai play-off promozione, retrocedono in Serie C le squadre classificate al 5° e 6° posto delle due Pool Retrocessione.
L’idea nasce dalla contingenza assolutamente reale per lo sport amatoriale di ridurre in modo drastico le spese delle trasferte.

A fronte di ciò però, è necessario calibrare la preparazione fisica degli atleti che necessariamente saranno chiamati ad esprimere immediatamente la massima potenzialità per centrare il play off promozione.
Andrea Roselli, neo coach del Colleferro, in tal senso esprime il suo punto di vista : “La ripresa degli allenamenti è fissata per il prossimo 21 agosto alle 19:00 in campo.
I ragazzi si alleneranno tutti i giorni per tutto settembre seguendo un programma atletico e tecnico concentrato prevalentemente sulla velocità e continuità di gioco, per presentarsi alla prima di campionato in condizioni, mi auspico, più che performanti. Gli obiettivi del programma di allenamento sono dettati soprattutto dalla nuova formula di campionato che ci vede coinvolti direttamente in un girone preliminare a 6 squadre molto difficile, dove solo le prime 3 squadre classificate potranno accedere alla fase successiva per giocarsi un posto nei play-off 2015. Basti pensare che 4 squadre di questo girone (Colleferro Rugby compreso) la scorsa stagione si sono classificate nelle prime quattro posizioni. Tenendo presente poi che le altre due partecipanti al girone sono la Capitolina Rugby neopromossa e la Partenope Rugby, credo che l’espressione “girone preliminare molto difficile” sia assolutamente giustificata.
Il periodo quindi della preparazione atletico-tecnica sarà piuttosto duro sia dal punto di vista fisico-che da quello psico-attitudinale. Sono state già programmate tutte le sedute di allenamento e gli incontri amichevoli ( in tutto 4), che serviranno a verificare gli stati e i progressi del gruppo squadra.”
Roselli ex mediano di mischia con la Rugby Roma continua : “nel corso degli anni vissuti sia da giocatore che da allenatore ho avuto modo di comprendere quanto sia importante la pianificazione e l’organizzazione dei lavori in un contesto di competizione agonistica. Staff tecnico, dirigenti e medici sono tutti ben allineati pronti e determinati per l’avvio di questa nuova stagione ma anche consapevoli del duro campionato che ci attenderà. Ogni anno le squadre si evolvono, le esigenze del Rugby cambiano e le sfide diventano sempre più dure, noi dobbiamo farci trovare fin dalla prima di campionato all’altezza di quello che il momento ci chiede, forti e consapevoli di quello che possiamo fare.

Le aspettative per la prossima stagione mirano di certo in alto dunque, sono nato e cresciuto “in braccio” alla competizione e alle sfide continue, e farò di tutto per dare ai ragazzi le armi necessarie per affrontare a viso aperto tutte le dirette avversarie e giocarsi alla pari uno dei tre posti in palio. Ho avuto modo di vederli in campo durante la preparazione di luglio, e sono convinto che sia davvero un buon gruppo sul quale riporre fiducia e stima soprattutto dal punto di vista dell’agonismo e della serietà, qualità queste non indifferenti e a mio avviso fondamentali per chi pratica questo sport”.

Come di consuetudine, i quadri tecnici e dirigenziali di tutti i settori sono in pieno fermento. Il Maurizio Natali rimarrà aperto per la preparazione individuale e riaprirà i battenti immediatamente dopo ferragosto per le sedute comuni.
Appuntamento al campo per una nuova entusiasmante avventura.