Il Badia punta a McKinley, il rugbista con gli occhiali

101745395-5cae59a2-eeca-44e7-b486-db21f32a3c7b

È una favola straordinaria quella di Ian McKinley, il possibile nuovo mediano d’apertura del Badia. Una storia che questa mattina viene raccontata dal Gazzettino, che informa come il numero dieci irlandese potrebbe andare a rinforzare la compagine di Roberto Pedrazzi la prossima stagione. Salutato Felipe Berchesi (che si è accasato a Chambery, in Federai 1), la società biancoazzurra ha avanzato un’offerta al 25enne dell’Udine, protagonista di un bruttissimo incidente di gioco che sembrava aver fatto calare il sipario sulla sua carriera. Cresciuto nel Leinster (maglia con la quale ha disputato anche 6 presenze in Celtic League), nel 2011 McKinley perde l’uso dell’occhio sinistro a causa di un gravissimo infortunio di gioco. Nonostante la carriera (apparentemente) ormai compromessa, il giocatore non si perde d’animo e ricomincia il rapporto con la palla ovale a Udine, dove diventa responsabile del settore giovanile. Con il Leonorso però, l’irlandese trova anche il modo di scendere nuovamente in campo, grazie a un paio di occhiali speciali prodotti a Bologna e omologati anche dall’Irb. In serie C, McKinley trascina la compagine friulana fino a un passo dalla promozione. E adesso, recuperato anche il rapporto con l’ovale, per il numero dieci (che può giocare anche 15 e ha un ottimo feeling con la piazzola) si aprono le porte delle categorie superiori. Cercato dal Cus Torino, è il Badia che nei giorni scorsi gli ha presentato un’offerta concreta, mostrandogli anche gli impianti da gioco. “Ci darà una risposta entro i primi di luglio”, le parole del ds Equisetto.