I risultati delle giovanili del Siena

Under 14 – Bella giornata al Sabbione

Ancora di scena al Sabbione le nostre due squadre dell’Under 14, impegnate, rispettivamente, squadra 1 in un triangolare con Empoli e Mugello e squadra 2 in un partita “secca” con Arezzo RC.

La qualità delle squadre senesi sta diventando veramente di livello e per tutti è molto difficile giocare e fare risultato. E così è stato anche questa volta. La squadra 1, con i ragazzi dell’anno 2000, ha vinto due mini partite 48 – 0 e 46 – 0 rispettivamente con Empoli e Mugello. Non c’è mai stata partita, e oltre al risultato si è vista una netta differenza di gioco e di qualità. Tante mete e tanta soddisfazione per i ragazzi. Anche la partita della squadra 2 è stata sulla stessa falsa riga delle precedenti (vittoria per 66 – 0) con 10 mete e anche qui bellissime azioni dei ragazzi del 2001 che iniziano a giocare davvero bene e stanno maturando molto sia sul gioco che sulla grinta e consapevolezza dei propri mezzi.

I prossimi appuntamenti saranno più difficili, sabato 22 marzo a Perugia per un doppio confronto con la forte compagine umbra, poi recupero con Florentia e altri turni impegnativi prima della trasferta in Francia il 25 aprile. Sabato 8 marzo in occasione della “festa della Donna”, è stato organizzato un bel terzo tempo per i ragazzi e “spritz mimosa” per i tanti genitori delle squadre ospiti che hanno accompagnato i ragazzi.

Under 8 – Concentramento di Prato

Ci eravamo lasciati così dal precedente appuntamento. Oggi per l’impraticabilità del campo del Firenze 31 Rugby il concentramento si è svolto nuovamente sul campo dell’Amatori Prato, che ha visto impegnate le squadre del Firenze 1931, dell’Amatori Valdinieve Prato e del CUS Siena.

Un ritorno dal sapore agrodolce al Memorino Mesoli. Dopo la bella prestazione di quindici giorni fa lo staff si attendeva un altro impegno di rilievo da parte dei tigrotti. La fotografia della giornata l’hanno però data gli stessi ragazzi quando sono usciti dal campo con visi lunghi e arrabbiati per la loro prestazione, sicuramente al di sotto delle proprie possibilità. Potremmo dare la colpa ad un campo estremamente duro, asciugato dal sole e dal vento degli ultimi due giorni, o alle assenze che hanno ridotto l’organico a disposizione dell’allenatore oppure anche al fatto che i ragazzi devono ancora digerire i “compiti” svolti durante gli ultimi allenamenti. La realtà però è sembrata essere quella di una mancanza di grinta che ha impedito alla squadra di girare nel verso giusto. Tanta voglia di farsi vedere da parte dei singoli, ma poca collaborazione con i compagni. Per chi non conosce questo sport, potremmo semplicemente dire che ciò che ci hanno fatto vedere i ragazzi oggi sul campo non era rugby.

La nota positiva è che delle quattro partite disputate solo una, deve essere messa nel dimenticatoio per un completo black-out della compagine senese. Nelle altre, i tigrotti sono stati sempre in gioco non facendo mancare qualche bella azione e alcune mete pregevoli. Peccato, perché se la squadra si fosse impegnata per come sapeva, non avrebbe avuto rivali. Lo staff tecnico avrà sicuramente preso appunti e potrà correggere il tiro in vista dei prossimi appuntamenti.

Under 10 – Giornata “nuvolosa” a Firenze

Nonostante la bella giornata di sole, il concentramento della Banca Cras Cus Siena Rugby Under 10 di ieri a Florentia, si è rivelato, invece, abbastanza “nuvoloso”. I ragazzi non hanno infatti mostrato la necessaria convinzione e concentrazione come nei precedenti appuntamenti. Il concentramento si è giocato in un campo in pessime condizioni, al limite dell’impraticabilità e della sicurezza.

I ragazzi hanno giocato due match, con Florentia e Amatori Cecina, squadre aggressive e preparate. Vinta la partita con i padroni di casa, nonostante un gioco poco corale e organico, il confronto con Amatori Cecina si è rivelato tutto in salita. I tirrenici, infatti, squadra ostica, aggressiva e reattiva che già al concentramento dell’isola d’Elba aveva sconfitto i cussini, ha soffocato le fonti del gioco senese anche in questa occasione ottenendo una meritata vittoria. Peccato perché si trattava di un test importante: affrontare squadre grintose e combattive è vitale per la crescita in questo sport. Trovare il “bandolo della matassa” in incontri impegnativi e ostici è fondamentale per la crescita dei singoli giocatori ma anche di tutto il gruppo, purtroppo ieri sono mancati all’appuntamento anche giocatori che in genere sono sempre reattivi e aggressivi.

Questa giornata servirà per far capire ai ragazzi e allo staff come modificare l’approccio campo in funzione dell’avversario, lavorando sulla reattività e sulla resistenza fisica, mancate entrambe. Prossimo appuntamento ad Arezzo domenica 23 marzo. Dopodiché via ai tornei, veri test di verifica stagionale.