I Lions Amaranto Livorno perdono a Terni

FotoLions2014

E’ amara l’ultima trasferta del 2014. I Lions Amaranto Livorno, in formazione rimaneggiata (tanti gli assenti dell’ultima ora), cedono in modo piuttosto severo (39-25) a Terni e sprecano il ‘primo match-point’ utile per chiudere il discorso play-off. I labronici allenati dal terzetto Conflitto-Gragnani-Cannavò, battuti con un margine superiore alle sette lunghezze, hanno realizzato solo tre mete e dunque non hanno colto alcun punto. I Lions restano sul quarto gradino della classifica, ma vedono assottigliarsi il vantaggio sulla stessa formazione umbra. Al termine della regular season, passeranno ai play-off le prime quattro. La situazione in graduatoria nella serie C nazionale, girone F, dopo le prime 6 giornate: Firenze’31 cadetto 21 p.; Florentia* 20; Cus Siena 14; Lions Amaranto Livorno 12; Terni** 6; Gubbio 5; Città di Castello 4. *Il Firenze’31 cadetto deve ancora osservare il suo turno di riposo (lo farà domenica prossima in occasione dell’ultima giornata del girone d’andata); **il Terni sconta 8 punti di penalizzazione (per il mancato allestimento delle squadre giovanili obbligatorie). In avvio i Lions appaiono ispirati e sbloccano la situazione con un piazzato dell’apertura Magni: 0-3. I ternani reagiscono e siglano la meta trasformata del primo sorpasso: 3-7. Gli amaranto non ci stanno e, dopo aver accorciato le distanze con un nuovo penalty di Magni, tornano in vantaggio con la meta del terza linea Bertini, trasformata da Magni: all’intervallo i labronici conducono, con merito, 7-13. Nella prima parte della ripresa, gli amaranto di colpo accusano evidenti problemi in difesa. L’organizzazione nelle mischie spontanee dei locali manda in tilt gli ospiti. Terni firma un terrificante break di 27-0, si issa sul 34-13 e, con il bonus in cassaforte, è virtualmente certo della conquista dell’intera posta in palio con dieci minuti d’anticipo sulla fine del confronto. I Lions, punti sull’orgoglio, cercano di rialzare la testa e provano il tutto per tutto per assicurarsi il bonus-attacco. Gli amaranto siglano con il pilone Umpetti e con il giovane seconda linea Ciandri due mete, arrotondate da una trasformazione di Magni: 34-25 al 36′. Nel finale, non arriva la quarta marcatura dei livornesi, che anzi incassano la nuova meta avversaria, per il definitivo 39-25. Nelle prossime due domeniche, i Lions ospiteranno il Firenze’31 cadetto (primo in graduatoria) ed il Città di Castello (ultimo e capace finora di raccogliere punti solo con i livornesi, nella prima giornata). Lo schieramento amaranto in avvio: Ubaldi; Gregori, Novi, Gaggini, Masciullo; Magni, Calvetti; Scardino, Tamberi, Bertini; Sarno, Montagnani; Umpetti, Giusti, Lorenzoni. Entrati anche: Ciandri, Valente, Santoni, Bertuccelli, Pulaha. In panchina: Del Re e Del Moro.