I Draghi Feltre battono Lonigo

I Draghi sono entrati in campo subito decisi a mettere in sicurezza la partita e nel primo tempo ci sono state subito tre mete. La prima a 5′ dal calcio d’inizio con il mediano Daniele De Bacco che da una mischia ordinata decide di far partire il numero 8, questi occupa l’uomo e scarica di nuovo sul mediano che si fa trovare libero all’esterno e sigla, lo stesso De Bacco non trasforma. Al 13′ arriva la seconda segnatura con Adriano Valentino all’ala, azione nata da una mischia chiusa: l’ovale arriva ai tre quarti dove si inserisce Matteo Boschet che crea la superiorità numerica e passa la palla a Valentino che può schiacciare con tranquillità, anche questa meta non viene trasformata. De Bacco si riscatta al 15′, piazzando tra i pali una punizione. Al 25′ dopo 4 fasi di gioco i feltrini impostano una ruck a 10 metri dalla linea di meta. De Bacco al posto di aprire la palla decide di fare un calcio che scavalca la ruck ; Mattia Frascuratti , avendo letto nella mente del mediano, raccoglie l’ovale e lo deposita in meta, poi trasformata da De Bacco. La partita diventa a seno unico e la mischia feltrina domina quella avversaria permettendo ai veloci tre quarti di fare la differenza. Al 36′ i Leonicena da metri da posizione non facile vanno per i pali e riescono a smuovere il tabellone.
Nella ripresa i Draghi distendono i nervi, forse un po’ troppo e la supremazia che ha caratterizzato il primo tempo diventa quasi disimpegno, troppe azioni personali e troppa sicurezza con il risultato di 20 -3, nonostante ciò i Draghi sono comunque superiori e restano nella metà campo avversaria per la maggior parte del secondo tempo. Al 60 i feltrini si portano ai5 metri, Fabio Sampieri raccoglie l’ovale da una ruck e cerca di sfondare ma non riesce nell’intento. Abilmente rimette la palla a disposizione per Marco Reato, che con un’azione alla Castrogiovanni raccoglie la palla tuffandosi e schiacciando in meta, e De Bacco non riesce nella trasformazione. Il meteo peggiora bruscamente e la qualità del gioco ne risente, soprattutto nel gioco alla mano. L’ultimo quarto della partita si caratterizza per le mischie continue dovute agli avanti commessi da entrambe le squadre, e proprio da una mischia arriva l’ultima siglatura dei Draghi con Matteo Boschet che taglia il campo alla ricerca di un varco nella difesa. Una volta trovato il buco, cambia angolo di corsa e sfonda fino alla meta, che lui stesso trasforma.
La partita termina 32 – 3 per i Draghi Feltre. Soddisfatto l’allenatore feltrino Gianluca Zanon solo per il primo tempo, nel quale ha visto mettere in atto quanto provato in allenamento e le istruzioni date. Il prossimo appuntamento per i Feltrini sarà il 6 aprile a Mestre contro i Leoni di Chioggia.

L’articolo I Draghi Feltre battono Lonigo sembra essere il primo su On Rugby.