Halfpenny nel mirino di Ospreys e Blues

Leigh Halfpenny non ha ancora giocato una partita con il Toulon quest’anno, a fermarlo un problema all’inguine più che il recupero dall’infortunio alla spalla dello scorso marzo. La situazione per non sarebbe andata giù al previdentissimo Mourad Boudjellal, che in un’intervista al quotidiano Varmatin si è detto pronto alla rescissione del contratto che lega il 25enne Halfpenny al club transalpino per i prossimi due anni.

Attenti osservatori del destino della stella gallese, 52 caps, sono ora i Cardiff Blues, con cui Halfpenny ha costruito la propria brillante carriera, e soprattuto gli Ospreys. “Lo accoglieremmo a braccia aperte» ha candidamente commentato il leggendario Gareth Edwards, direttore dei Blues, mentre il ceo Richard Holland ha spiegato che “certo, saremmo interessati» qualora fosse possibile, sia che si trattasse di un doppio contratto Regione-Welsh Rugby Union.

In Galles sono comunque attendisti, la sensazione generale sembrerebbe quella di una speculazione della stampa. Di certo è che se Toulon dimostrasse che Halfpenny fosse già infortunato al suo arrivo in Francia, si potrebbe realmente andare verso una rescissione anticipata del contratto o, quantomeno, una rinegoziazione. A quel punto Oltremanica i Blues dovranno farsi trovare pronti, sia economicamente, sia nel dare maggiori garanzie di stabilità rispetto al professionismo francese. Perché, come ha tenuto a spiegare lo stesso Edwards alla BBC, “probabilmente Leigh si sta accorgendo che non sempre in Francia l’erba è più verde», questo nonostante i soldi che girino siano notevolmente superiori rispetto alle possibilità delle Regions. Ma lo stesso discorso vale per parte dei club della Premiership inglese, che con tutta probabilità potrebbero presto farsi avanti.

Alla finestra però ci sono anche gli Ospreys. Nativo di Gorseinon (Swansea), Halfpenny ha iniziato a giocare proprio con gli Ospreys prima di trasferirsi a Cardiff e firmare il suo primo contratto professionistico con i Blues. E a Swansea c’è chi lo vorrebbe volentieri come estremo, nonostante nel ruolo quale alternativa a Richard Fussell sia appena arrivato Dan Evans. Il ruolo è coperto, ma “vedere come evolverà la situazione e tenere gli occhi aperti» è il punto di vista di Steve Tandy, l’head coach degli Ospreys ha infatti ammesso che un giocatore di quel calibro non può non essere un obiettivo.

I favoriti per il momento restano i Cardiff Blues, vedremo nei prossimi giorni se ci sarà o meno un clamoroso ritorno di Leigh Halfpenny all’Arms Park.