Guinness Pro 12: Treviso lotta, ma con il Munster non basta

pro12_2014_glasgow-treviso_pre

Non basta la meta iniziale di Simone Ragusi alla Benetton Treviso che esce sconfitta anche dalla seconda sfida stagionale, con un Munster che vince ma non domina a Monigo.

Sconfitta preventivabile nel cammino di ricostruzione del XV della Marca, iniziato quest’estate e portato avanti da coach Umberto Casellato, alla prima uscita da tecnico tra le mura amiche della sua città.

Parte male il Benetton Treviso, con un calcio piazzato dopo soli 2′ di gioco, concesso a seguito di un “in avanti” biancoverde con palla presa poi da Rupert Harden: conseguente fuorigioco e tre punti per Keatley.

Segue un quarto d’ora di grande aggressività e voglia da parte di entrambe le squadre, con il pubblico di Monigo che fa sentire la sua voce ad incitare i Leoni.

Spettacolare. E’ l’unico aggettivo che viene in mente per quello che succede al 18′.

Giocata da rimessa laterale ben lanciata da Davide Giazzon, lunga per Mat Luamanu che ricicla all’interno per Ludovico Nitoglia.

Buco tra le maglie rosse e passaggio di nuovo dentro per Corniel Van Zyl che arriva ad un metro dalla linea di meta.

Henry Seniloli è lesto ad avvedersi dell’uscita del pallone e a servire Joe Carlisle. Da questi a Luca Morisi per Simone Ragusi che schiaccia in bandierina.

Prima meta casalinga del Benetton che arriva con un’azione davvero splendida.

Keatley sfrutta facilmente da sotto i pali un fallo della mischia italiana per riportare i suoi a -1 poco più tardi.

La prima meta ospite arriva poco prima della mezz’ora, con gli avanti che iniziano a macinare secondo il più classico stile della Red Army e a segnare dopo una serie di pick and go è Stander, che realizza così la tripletta personale in due incontri di Guinness PRO12.

Si va al riposo sul 7-13.

In apertura di ripresa, le prime occasioni sono per Treviso, ma il primo calcio di Joe Carlisle, pur preciso, difetta di forza e termina corto, ed il secondo più facile termina invece a lato.

Brutta la meta presa dai padroni di casa subito dopo. Calcio di liberazione sbagliato da Henry Seniloli, difesa che non si riposiziona in tempo e Zebo che trova un’autostrada lungo l’out sinistro.

Joe Carlisle accorcia più tardi le distanze, ma Munster è sempre sopra break sul 10-18 e si porta avanti ulteriormente con un piazzato da metà campo di Keatley.

Matteo Muccignat, nel frattempo, si guadagna il premio di Guinness PRO12 man of the match, ma il risultato non cambia più e il Benetton esce sconfitto 10-21.

BENETTON TREVISO – MUNSTER 10-21
Venerdì 12 settembre, ore 20.00 – Stadio Monigo, Treviso
Treviso: 15 Simone Ragusi, 14 Ludovico Nitoglia, 13 Luca Morisi, 12 Sam Christie, 11 Michele Campagnaro, 10 Joe Carlisle, 9 Henry Seniloli, 8 Mat Luamanu, 7 Tomas Vallejos Cinalli, 6 Meyer Swanepoel, 5 Corniel Van Zyl, 4 Marco Fuser, 3 Rupert Harden, 2 Davide Giazzon, 1 Matteo Muccignat
In panchina: 16 Giovanni Maistri, 17 Matteo Zanusso, 18 Salesi Manu, 19 Marco Lazzaroni, 20 Marco Barbini, 21 Alberto Sgarbi, 22 Angelo Esposito, 23 James Ambrosini
Munster: 15 Felix Jones, 14 Andrew Conway, 13 Andrew Smith, 12 Ivan Dineen, 11 Simon Zebo, 10 Ian Keatley, 9 Duncan Williams, 8 Robin Copeland, 7 Tommy O’Donnell, 6 CJ Stander, 5 Billy Holland, 4 Dave Foley, 3 Stephen Archer, 2 Duncan Casey, 1 James Cronin
In panchina: 16 Kevin O’Byrne, 17 John Ryan, 18 BJ Botha, 19 Donncha O’Callaghan, 20 Sean Dougall, 21 Cathal Sheridan, 22 Johnny Holland, 23 Ronan O’Mahony
Arbitro: Andrew McMenemy
Marcatori: 2′ cp. Keatley, 17′ m. Ragusi tr. Carlisle, 25′ cp. Keatley, 28′ m. Stander tr. Keatley, 50′ m. Zebo, 63′ cp. Carlisle, 70′ cp. Keatley

Segui @Rugby1823 su Twitter

Seguici su Google+

Rugby | Guinness Pro 12 | Benetton Treviso vs Munster | Il risultato é stato pubblicato su rugby1823 alle 21:50 di 12 settembre 2014.