Guinness Pro 12: buone nuove per l’Italrugby

matteo-barbini

Due vittorie e un pareggio in diciotto partite. Il bilancio delle italiane in Guinness Pro 12 non è di sicuro entusiasmante, ma le ultime prestazioni delle Zebre e di Treviso hanno dato motivo di qualche sorriso in casa Italia. Non solo per la bella vittoria in rimonta della franchigia federale con l’Edimburgo, del pareggio della Benetton con Leinster o per aver giocato alla pari con i Blues a Cardiff per 80 minuti.

Con i nazionali impegnati nei test match novembrini, infatti, le giovani promesse hanno avuto l’occasione di mettersi maggiormente in mostra. E sia a Treviso sia a Parma sono stati soprattutto alcuni giovani italiani a dare prova di grandi qualità che fanno ben sperare anche in ottica azzurra. Se non nell’immediato futuro, sicuramente dopo la Rugby World Cup.

I nomi sono diversi, alcuni che da inizio stagione stanno giocando bene e altri che hanno brillato negli ultimi due turni di campionato. E che, dunque, devono confermarsi nell’arco dell’intera stagione, ma che sicuramente sono da annotare nel taccuino di chi arriverà dopo Jacques Brunel sulla panchina dell’Italia.

Tra le conferme c’è sicuramente il pilone della Benetton Treviso Matteo Zanusso, che da inizio stagione è una delle certezze della squadra veneta e con la crescita del XV di Umberto Casellato sta crescendo anche lui. Restando nella Marca e in mischia, ottime le prestazioni contro Leinster e Cardiff della terza linea padovano Marco Barbini, che continua la tradizione di talenti nella linea arretrata del pack dei biancoverdi.

Passando ai trequarti, invece, sono tre i nomi che si sono messi in luce in questo novembre celtico sia a Treviso sia a Parma. Restando in casa biancoverde è ormai una pedina importante per coach Casellato il centro Enrico Bacchin, sempre al centro dell’azione negli attacchi della Benetton. In casa Zebre, invece, si conferma il centro laziale Giulio Bisegni, autore già di due mete con i bianconeri. Tornato da un lungo infortunio ha potuto esordire solo settimana scorsa, ma in pochi sprazzi di partita si è messo subito in luce anche l’ala Michele Visentin, che ora dovrà trovare continuità e spazio, ma le cui potenzialità sono più che interessanti.

Segui @Rugby1823 su Twitter

Seguici su Google+

© Foto Elena Barbini – Tutti i diritti riservati

Guinness Pro 12: buone nuove per l’Italrugby é stato pubblicato su rugby1823 alle 11:15 di 1 dicembre 2014.