GLI AZZURRI DEL RUGBY SCALANO LE DOLOMITI PER BENEFICENZA

vetta

IL 12 LUGLIO GORI, GHIRALDINI, CAMPAGNARO E TANTI ALTRI AD “UNA VETTA PER GIANCA”

Roma – Il 12 luglio, per un pomeriggio, gli Azzurri del rugby non scenderanno in campo, ma saliranno in vetta: l’occasione per vedere una folta rappresentanza di atleti della Nazionale e della Benetton Treviso nell’inedita veste di scalatori sarà la prima edizione di “Una vetta per Gianca”, iniziativa benefica promossa dall’associazione “La Colonna” fondata da Giancarlo Volpato, ex giocatore di rugby rimasto paralizzato a seguito di un infortunio di gioco e da tempo impegnato a sostenere le persone affette da lesioni spinali traumatiche o patologiche.

Parallelamente al torneo di rugby seven “La Colonna”, che dell’associazione fondata da Volpato porta il nome, negli anni sono state molteplici le iniziative sviluppate per raccogliere fondi da destinare alla ricerca, con l’obiettivo di contribuire a rendere, grazie al progresso scientifico, una patologia curabile quella che è oggi una condizione irreversibile.

Dopo traversate a nuoto o in canoa, quest’anno ci si sposta in montagna per una sfida alla portata di tutti, volta a massimizzare il coinvolgimento delle persone comuni al fianco dell’associazione: una serie di escursioni alla portata di tutti nella fantastica cornice delle Dolomiti di Cortina d’Ampezzo con la posa di una bandiera a simboleggiare le conquiste dell’associazione e, per alcuni dei testimonial ovali, una via ferrata da percorrere per aumentare il coinvolgimento. A fatiche concluse, sarà la volta dell’immancabile terzo tempo a Cortina, un momento per festeggiare il traguardo raggiunto e scambiarsi esperienze sulla scalata.

I fondi raccolti attraverso la Colonna ONLUS saranno donati alla ricerca scientifica dei Proff. Angelo Vescovi e Fabrizio Gelain, che si concentrano sull’utilizzo delle cellule staminali e delle nanotecnologie nella cura delle lesioni al midollo spinale.