Giocatori, federazioni, regole IRB: Mourad Boudjellal va alla guerra

Il tema è di quelli cari a Mourad Boudjellal, non è la prima volta che il patron del Tolone si lancia in una polemica contro squadre nazionali e federazioni. Cosa dice questa volta? Che quello a cui andiamo incontro non è un fine settimana che rientra nelle finestre internazionali e che quindi lui vuole avere a disposizione della sua squadra Bryan Habana, Juan Martín Fernández Lobbe e Bakkies Botha, che visto il turno di riposo del Rugby Championship non giocheranno con le maglie del Sudafrica e dell’Argentina. Loro però sono sparsi nell’emisfero sud e venerdì sera a Brive, dove è atteso il Tolone per l’anticipo della sesta giornata del Top 14, non ci saranno.
Insomma: li pago, li voglio a disposizione e Boudjellal – al solito – non le manda a dire e la stampa francese riporta: “Non è difficile da capire: vestono la maglia delle loro nazionali mentre io li pago profumatamente. Sono le regole dell’IRB ma io non voglio pagare il rugby argentino o quello sudafricano. Abbiamo bisogno di loro, se non arriveranno non li pagheremo”.
In punta di diritto il presidente del Tolone non ha torto, è però vero che la sua politica di reclutamento di giocatori non gli dà una grossa mano in questo senso. Boudjellal non ha poi escluso di rivolgersi a un tribunale della giustizia ordinaria francese per far valere le sue ragioni.

L’articolo Giocatori, federazioni, regole IRB: Mourad Boudjellal va alla guerra sembra essere il primo su On Rugby.