Futuro celtico, Gavazzi annuncia: “Treviso in Pro12 con 4 milioni FIR”

ph. Sebastiano Pessina

Alfredo Gavazzi spazza via voci, rumors e indiscrezioni e in una intervista al Corriere del Veneto traccia il panorama celtico dell’avventura italiana sino al 2018: “Le condizioni offerte dalla Fir agli eventuali Dogi saranno le stesse per il Benetton. Le norme sono chiare e note. Quindi nel Pro12 giocherà Treviso a meno che non ci siano dei ripensamenti da parte loro, ma lo escludo. Noi mettiamo a budget un investimento di 4 milioni a stagione per il prossimo quadriennio, la stessa spesa che sosteniamo per le Zebre”. Benetton Treviso in Pro12 e 4 milioni di euro a stagione quindi. In cambio cosa vuole la FIR? Che il club biancoverde abbracci un comune progetto tecnico, tradotto in parole povere: un tecnico italiano che guidi la squadra in maniera simile a quanto fa il ct con la nazionale. E il presidente FIR indica negli assistenti del coach azzurro gli anelli di raccordo tra franchigia e nazionale.
E in merito alle voci di una possibili franchigia federale veneta “appoggiata” a Rovigo e Mogliano? “Quella dei club veneti è una decisione privata, per cui non entro nel merito ma la rispetto – dice Gavazzi – Chiedetelo alle società, sono loro che dovevano portare avanti questo discorso. Non ne so nulla. Ma personalmente ribadisco che la questione Pro12 è già chiusa. Mancano solo la firma sul nuovo statuto, ora che siamo diventati soci del torneo, e qualche altro passaggio formale