Fatica ed amichevoli per l’Union Rugby Riviera

image002

Sudano già ed amichevoli in vista. Già ricco il programma della seniores maschile della Union Riviera Rugby. In pratica non si è mollato mai. Il nuovo tecnico, il terza linea centro francese Sylvain Masson aveva consegnato ai giocatori un programma di mantenimento estivo, molto preciso e cadenzato. Il 20 agosto è ricominciata la preparazione, molto approfondita. Durante l’estate, inoltre, si sono susseguiti i classici appuntamenti del mercoledì sulla sabbiosa spiaggia libera di Porto Maurizio. Qui anche gli under 18 hanno dato del filo da torcere ai più esperti neocompagni di franchigia. Ora si comincia a fare sul serio e sono in vista due amichevoli di un certo livello. La prima è un classico, contro quel Monaco che ha già incontrato la Union durante le precedenti stagioni. Partita amichevole, ma non troppo. La qualità dei monegaschi è notevole ed anche la loro aggressività, di tipo squisitamente transalpino. In una parola i corsari dovranno già sperimentare un gioco di alto livello per poter affrontare il prossimo campionato di C2 da protagonisti. Non è mistero che la categoria stia stretta alla Union, peraltro a seguito di una riorganizzazione federale dei campionati. A fine mese poi match clou contro Biella. La società piemontese milita in serie B ed ha una formazione cadetti. Non è possibile sapere al momento quale sarà l’insieme che si presenterà di fronte alla Union. Gli “orsi” piemontesi però materializzano un’altra prova di rilievo, anche perché in campionato i cadetti del Recco e del CUS Genova sembrano rappresentare gli ostacoli di maggiore impegno. Biella è una realtà rugbistica esemplare anche per le ambizioni del movimento rugbistico in provincia di Imperia. Biella è stata anche sede di partite della nazionale italiana di rugby, sia maggiore (nel 2004 contro gli Stati Uniti) che per le categorie giovanili e femminile.