Farolini a Rovigo per puntare in alto

Intervistato da Paolo Romagnolo per Il Gazzettino, Davide Farolini ha spiegato le ragioni che l’hanno spinto a firmare per Rovigo. “Qualcuno mi avevano cercato, ma solo a parole. L’offerta di Rovigo è arrivata molto presto, prima che finisse il campionato. In cuor mio ho sempre pensato che, se mi fossi allontanato da casa, l’avrei fatto solo per rispondere alla chiamata di una squadra importante, in grado di puntare in alto. Se devo giocare per conquistare la salvezza o per stare a metà classifica, preferisco farlo senza dovermi trasferire. A Rovigo si sta facendo un ottimo lavoro, non potevo rifiutare».
Decisivo per l’ingaggio il parere di coach Filippo Frati: “È lui che mi ha proposto Rovigo. Mi allenò già nel 2006 quando ero nell’Under 15 del Noceto e lui ancora giocava nel Gran Parma. Quello fu il suo primo anno come tecnico, ricordo che raggiungemmo anche la finale scudetto».