Emanuele Minardi Direttore Tecnico del Rugby Audax Clan

unnamed

Quest’anno è stato istituito il ruolo del Direttore Tecnico che avrà il compito di tracciare le linee guida che gli allenatori dei vari settori seguiranno nel corso della stagione.
Il ruolo verrà ricoperto da Emanuele Minardi, mediano di mischia della prima squadra dal prestigioso passato in serie A e B.
Gli ottimi risultati degli scorsi anni come allenatore dei settori Juniores (vittoria del Campionato under 16 Trofeo dei Due Mari, Secondo posto categoria under 18 nel 2012 e finalista per i barrage promozione la passata stagione) hanno convinto il DG Gianni Biazzo che fosse giunto il momento di affidargli un ruolo di primaria importanza e responsabilità, quest’anno sarà impegnato come assistente allenatore della squadra senior e Direttore tecnico di tutte le formazioni della società.

Gli abbiamo chiesto quali siano le sue impressioni dopo questi primi giorni di preparazione
Sono molto contento di come stanno andando gli allenamenti, e questa nuova esperienza mi stimola molto, anche perchè dopo 5 anni di duro lavoro con le varie under quest’anno ci sarà da divertirsi, ed io sarò in prima fila.

La squadra che quest’anno affronterà il campionato di serie C1 sarà molto diversa da quella dello scorso anno?
La prima squadra sarà totalmente rinnovata, questo mi riempie di gioia perchè si avvera un sogno. Insieme a molti atri miei compagni abbiamo lavorato e lottato facendo molti sacrifici per raggiungere questo obbiettivo, vederlo realizzato ci rende orgogliosi.

Come procede la preparazione cominciata i primi giorni di Agosto a Marina di Ragusa?
Abbiamo dei ragazzi di sicuro valore, e già nella prima parte di preparazione hanno risposto bene.
Il livello della preparazione quest’anno si è alzato molto, Erman Di Natale ha fatto un grande salto di qualità come preparatore atletico, e questo grazie al corso FIR fatto durante l’estate.
L’under 18 ha già iniziato gli allenamenti e l’under 16 le inizierà la prossima settimana. Conosco tutti i giocatori delle due formazioni e sono sicuro che quest’anno ci regaleranno tante soddisfazioni.

Quali sono gli obbiettivi del RAC nel prossimo campionato di serie C1?
La squadra potrà dire la sua quest’anno, avremo una rosa di giocatori folta basata sull’esperienza dei veterani e rafforzata dagli innesti dei tanti giocatori provenienti dall’under 18.
Tutti i reparti sono ben coperti, abbiamo un buon pacchetto di mischia ed un’eccellente linea di trequarti.
L’inserimento dei giovani sta servendo da stimolo ai senatori, che per tenere il passo dei più giovani hanno ripreso ad allenarsi con costanza e maggiore impegno. Abbiamo pianificato delle sedute di allenamento specifico per ruoli chiave come mediani di mischia apertura e estremi, a questi parteciperanno giocatori senior under18 e under16.

Molti di questi ragazzi sono al debutto in prima squadra.
Non dimentichiamoci che questi sono i ragazzi che negli anni scorsi hanno vinto tutto quello che c’era da vincere nei loro campionati di categoria, per questo siamo molto fiduciosi.

Noccio quest’anno ti aspetta un compito molto impegnativo.
Quest’anno dovrò seguire la formazione Seniores, dovrò coordinare i tecnici, e nei ritagli di tempo mi toccherà aprire la palla per i trequarti. A parte gli scherzi abbiamo già pianificato delle collaborazioni che ci permetteranno di partecipare a stage di alto livello, sono state programmate delle sedute formative per creare nuovi tecnici in modo da poter ingrandire la squadra di degli allenatori fatti in casa. Ne approfitto per complimentarmi con il comitato regionale, in modo particolare con Giuseppe Beretti, per l’impegno profuso nella formazione di nuovi tecnici. Per chi come noi punta alla crescita del movimento partendo dai settori giovanili le lezioni di Beretti sono fondamentali.

In fine volevo spendere due parole su Alesando Di Pasquale ed Adriano Aprile, Alessandro è alla sua prima esperienza in casa AUDAX, è stato mio compagno di squadra per molti anni, lo stimo come giocatore e come uomo per questo sono veramente contento di essere il suo assistente, e un tecnico di valore indiscutibile. Adriano mi darà una mano a coordinare e seguire i progressi di tutto il movimento, lui ha seguito il percorso federale e oggi è un tecnico federale, tecnicamente è cresciuto molto mi piace come si muove sul campo con i ragazzi sono sicuro che non può che migliorare.

Vogliamo continuare a crescere e i risultati degli anni scorsi ci stanno spingendo a fare sempre meglio.