ECCELLENZA, RISULTATI E TABELLINI DELLA QUATTORDICESIMA GIORNATA

eccellenza logo blu

Il Cammi Calvisano batte nettamente i campioni d’Italia del Marchiol per 37-3. Il Rugby Viadana soffre contro il San Donà (23-22), ma alla fine centra il successo esterno solo nel tempo di recupero. Importanti vittorie per le Fiamme Oro Roma (27-16) sul Prato, del Petrarca Padova (45-13) contro il Rugby Reggio e della Ima Lazio (28-7) sull’Unione Capitolina.

La quattordicesima giornata dell’Eccellenza metteva di fronte la seconda e terza della classifica. Il Cammi Calvisano ha impresso da subito un alto ritmo e dopo aver visto Fadalti (Mogliano) centrare i pali al 5′ per il 0-3, spingeva sull’acceleratore e con il sudafricano Steyn (3 mete in totale per lui), segnava al 12′ e al 21′. Lo score iniziava a prendere forma (17-3) e verso la fine della prima frazione di gioco Haimona arrotondava il risultato con due piazzati (23-3). La ripresa non cambiava, con il Calvisano a dettare i tempi di gioco che fruttavano altre due mete con Belardo e Steyn.

Il Rugby Viadana batte il M-Three San Donà con un piazzato di Gennari al 83′. Invero al 75 era stato Pilla (San Donà) a regalare il momentaneo sorpasso per i padroni di casa (22-20) che tuttavia è durato fino al piazzato decisivo del Viadana.

Le Fiamme Oro Roma fanno un ulteriore passo in avanti in classifica battendo i Cavalieri Prato per 27-16 e portandosi a quota 26 punti. Partita sempre in equilibrio e vinta dai poliziotti a sette minuti dalla fine quando Bacchetti metteva a frutto una rapida azione dei tre quarti romani. Sul 24-16 Benetti da posizione laterale fissava il risultato sul 27-16.

Il Petrarca Padova non ha avuto difficoltà a centrare la vittoria (45-13 il finale) superando un Rugby Reggio. Gli emiliani hanno sempre proposto un valido gioco di mischia ma la linea arretrata del Padova ha fatto la differenza. Il primo tempo si chiudeva sul 21-8 grazie alle mete di Sarto, Bettin e Giusti. Unica marcatura per il Reggio veniva da Giovanni Scalvi. Nella ripresa c’era gloria anche per Tveraga, Middleton, Marcato e Conforti.

A Roma la IMA Lazio fa suo il derby contro la Unione Capitolina per 28-7. Grazie alle quattro mete segnate (Nathan, Grassotti, Bruni e Lo Sasso) la Lazio accorcia le distanza dal San Donà ora a quattro lunghezze.