Donelli Modena Rugby: intervista a Gianluca Ogier

Domenica il Donelli Modena Rugby attende sul proprio campo l’Unione Rugby Tirreno (inizio alle ore 14,30), incontro che in questa fase risulta probabilmente uno dei passaggi decisivi della stagione, come conferma Gian Luca Ogier, allenatore del Donelli.

Come definire la prossima sfida che vi attende?

Fondamentale, soprattutto per il momento della stagione in cui arriva, per i calendari che aspettano sia noi che loro nelle prossime settimane, per quello che succede alle nostre spalle e ovviamente vista la classifica.

Si incontrano due avversarie dirette…

Noi siamo ottavi a 33 punti, loro sono settimi a 37. Vincere per loro vorrebbe dire chiudere definitivamente il discorso salvezza, perdere significherebbe essere inghiottiti da un gruppo di squadre che finora sono sempre rimaste abbastanza distanti. Verranno a Modena determinati a fare punti, a maggior ragione perché hanno appena perso a sorpresa in casa contro il Parma 1931.

Che squadra sono?

L’Unione Rugby Tirreno, stando ai risultati, sembra quasi che giochi meglio in trasferta che in casa, per questo sono doppiamente pericolosi, difficili da decifrare. Fuori casa segnano sempre molto, e anche quando perdono, i distacchi sono minimi, è capitato anche con le big del campionato. Ci aspetta una battaglia.

La Serie B continua a regalare sorprese…

Oltre alla sconfitta dell’Unione Rugby Tirreno, dell’ultima giornata mi ha sorpreso soprattutto la vittoria di Arezzo a Jesi. Risultati che hanno di fatto riaperto giochi che sembravano chiusi.

Cosa chiede ai suoi ragazzi?

Concentrazione, massima. La partita di domenica è alla nostra portata, ma solo se ci arriviamo con la giusta determinazione.