Diario di un anonimo rugbista: “placcato da mio figlio (il primo)”

By Press.Npr

cicogna

Ho placcato tanto, sono andato a sbattere contro muri difensivi duri come la roccia, ho preso tantissime botte, ma mi sono sempre rialzato. Poi, un pomeriggio di tanti anni addietro, è arrivato un piccolo bambino che mi ha messo letteralmente ko, nel senso buono del termine. Ma andiamo con ordine.

“Marzio, Leggi Tutto

From:: Diario di un anonimo rugbista: “placcato da mio figlio (il primo)”