Dalla coppa in Italia (e quella lite con Properzi) al campionato rumeno: l’incredibile storia di Daniel de Villiers, il coach che ora allena i poliziotti

Daniel de Villiers è il nuovo allenatore del CSM Bucuresti, la squadra della polizia rumena. Nuova opportunità per il coach sudafricano che poche settimane fa era stato esonerato a sorpresa dal Timisoara, proprio alla vigilia dei play off. “Serviva una scossa alla squadra”, la giustificazione sommaria e grottesca dei dirigenti rumeni. Sono comunque due i campionati conquistati da de Villiers con il club gialloblù, il primo dei quali (2012/2013), vinto insieme all’ex campione del Mondo Chester Williams, uno degli eroi del Sud Africa, iridato nel 1995. Nuovo trionfo poi la stagione successiva, condotta in qualità di head coach. Quindi, l’esonero di quest’anno. Ma per de Villiers, nato a Città del Capo nel 1972, il tempo di lasciare la Romania non era ancora maturo. Poche ore dopo l’inatteso addio al Timisoara, infatti, ecco la chiamata del CSM Bucuresti, team delle forze dell’ordine (le Fiamme Oro rumene) che lotta per non retrocedere. Una nuova sfida dunque, un palcoscenico diverso ma stesse motivazioni per l’allenatore sudafricano, che in Italia, nel 2010, ha guidato la Roma Olimpic, prima dell’esclusione dal campionato dei bianconeri. Un periodo comunque sufficiente per conquistare la prima edizione del Trofeo Eccellenza, in finale con il Mogliano. E proprio contro i biancoblù, in campionato, de Villiers è stato protagonista di un episodio spiacevole: un alterco con Franco Properzi durante un match tra Roma e Mogliano finito tra i due in maniera tutt’altro che amichevole. È un curriculum variegato quello del sudafricano che, partito dai Boland Cavaliers è poi stato ingaggiato dai Pumas, che ha condotto alle semifinali di Currie Cup e di Vodacom Cup. Quindi, ecco l’occasione con la federazione tunisina che, nel 2008, gli ha affidato la guida della Nazionale. E ora, dopo il passato in Italia e le vittorie con Timisoara, una nuova divisa è pronta per lui. Quella della polizia rumena.