Cose d’Italia: Massimo Ballarin tra radiazione e prescrizione

Tutto a termini di regolamento, ma la decisione numero 11 della Commissione Giudicante Federale rivela una storia poco edificante.
I fatti: “imputato” è Massimo Ballarin, presidente dei Lyons VeneziaMestre ed ex consigliere FIR, che è stato portato davanti al Giudice Sportivo per i seguenti fatti (li riportiamo così come li descrive il dispositivo).

1. nel corso della gara Lyons – Valsugana del 28 attobre 2013, valida per il campianato di serie B, lanciato una battiglietta sul terrena di gioca che attingeva un giocatore dei Lyons e un giocatore del Valsugana;
2. nel corso di un allenamento precedente alla gara amichevole Lyons VeneziaMestre – Silea e camunque prima e nel carso della stessa, svoltasi nel precampionata della stagione sportiva 2013/2014, istigato i giocatori della prapria società a tenere una condotta gravemente contraria allo spirito di gioco, nonché ai principi di lealtà, probità e correttezza, nei confronti dei giocatori dapprima in forza alla medesima società e nel corso della stagione tesserati con il Silea (Natucci Giovanni, Matteo Buosi, Federica Fiorini, Igor Pesce e Paolo Cipriani), in particolare invitando espressamente i propri giocatori ad usare violenza nei confronti degli ex compagni di squadra, e comunque a provocargli danni fisici ( “lasciate a terra i vostri ex compagni”, “vi pago se gli fate del male”, “vi do 100 Euro se rompete una gamba a Natucci”, “coppala!” in italiano “uccidilo”);
3. in occasione di detta gara amichevole, rivolto le espressioni offensive ‘faccia di mona, testo di cazzo” all’indirizzo del giocatore Natucci Giovanni ed avergli impedito di prendere parte al terzo tempo presso lo Club House del Lyons;
4. nel corso di un incontro svoltosi a giugno 2013 presso il campo sportivo dei Lyons, rivolto le seguenti espressioni offensive a Giovanni Natucci “sei un rompicoglioni, il solito pezzo di merda”;
5. nel corso della stagione sportiva (2012/2013) omessa di corrispondere ai propri giocatori (tra gli altri, Giovanni Natucci, Marca Veronese, Federica Fiorini) i rimborsi spese concordati;
6. in occasione della gara Lyons Mestre – Rovigo, valida per il campionato under 20 della stagione 2012/2013, invitato l’allenatore dei Lyons Mestre a non far giocare il giocatore Marco Ceccato per dissapori del medesimo Ballarin con il padre del giocatore

Un bel quadro, non c’è che dire. La Procura federale ha chiesto la radiazione per Ballarin e una sanzione di 2.500 euro per la sua società ma dirigente e club non incorreranno in alcun tipo di penalizzazione perché la denuncia non è stata presentata entro i termini previsti, con l’eventuale sanzione che sarebbe stata determinata oltre i 90 giorni stabiliti dal regolamento.
La Commissione ha perciò stabilito il non luogo a procedere, sostanzialmente per una prescrizione.

L’articolo Cose d’Italia: Massimo Ballarin tra radiazione e prescrizione sembra essere il primo su On Rugby.