Coppe Europee: Gavazzi e quei comunicati confusi

Alza la voce il presidente Gavazzi, ma contro chi? A poche ore dal comunicato federale, che trovate qui, il sito onrugby.it ha notato come le parole del numero 1 del rugby italiano stonino con un comunicato di sei giorni fa, in inglese, e che era sfuggito ai più.

Il Rugby Europe, il nuovo organismo europeo della palla ovale, in data 4 settembre ha pubblicato un comunicato nel quale si rendevano ufficiali due decisioni: da un lato lo slittamento (almeno di un anno) della terza coppa europea prevista in autunno, dall’altro il divieto di partecipare alle coppe (quindi anche agli spareggi per la Challenge Cup) a franchigie che non partecipano a campionati nazionali o transnazionali (a eccezione degli spareggi di quest’anno).

Il comunicato è chiaro, non fraintendibile: “It will not be carried out for the 2014/2015 season” parlando della terza coppa e “the EPCR has already decided that clubs or franchises which will take part in this 3rd Tier Competition should necessarily evolve in a domestic or cross-border competition. It does not question the participation of Bucuresti Wolves and Tbilisi Caucasians in the play-offs of the Challenge Cup this season”.

Dunque, come ha notato il collega Wilhelm, come si spiegano le parole di Alfredo Gavazzi, oggi, che dice “In merito all’organizzazione di una terza Coppa Europea prevista a partire dal mese di ottobre 2014 […] ancora non abbiamo ricevuto comunicazioni sull’organizzazione” e “Non ritengo equa la partecipazione di Selezioni provenienti dall’Est europeo al processo di qualificazione alla Challenge Cup […] Se, come mi è stato garantito, dalla prossima stagione verrà organizzata una competizione tra selezioni dell’Est, nulla ho in contrario a che queste selezioni possano in seguito prendere parte alle Coppe Europee”?

L’ufficialità è arrivata, è nero su bianco già da sei giorni. Quindi perché il comunicato federale? Il comunicato è stato reso pubblico senza farlo sapere ad Alfredo Gavazzi e alla Fir (ma la Federazione spagnola l’ha rilanciato il giorno stesso!), o è stato mandato anche al presidente federale, o ai suoi uffici, ma è rimasto non letto? O, come già il presidente si lamentò ai tempi dell’accordo sulle nuove coppe, nessuno glielo ha ancora tradotto…

AGGIORNAMENTO: Dalla Fir è arrivata a Rugby 1823 la precisazione che, a oggi, da parte della Rugby Europe non è giunta alcuna comunicazione ufficiale circa le scelte fatte, con l’organizzazione che ha pubblicato il comunicato del 4 settembre senza preventivamente avvisare la Fir e, successivamente, senza comunicarlo né al presidente Gavazzi né ai rappresentanti italiani nella Rugby Europe.

Coppe Europee: Gavazzi e quei comunicati confusi é stato pubblicato su rugby1823 alle 14:16 di 10 settembre 2014.