Coppe Europee: arriva la firma, ecco la Champions Cup

european_rugby_champions_cup

E’ stato siglato oggi, anche dall’Italia, l’accordo per la nascita delle tre nuove manifestazioni europee per club di rugby

E alla fine fu Champions Cup. Dopo mesi di sofferenza, discussioni e litigi su e giù per l’Europa, ecco la firma finale. Dalla prossima stagione addio all’Erc e alla Heineken Cup e benvenuta European Rugby Champions Cup. Ecco il comunicato ufficiale uscito pochi minuti fa e le parole di Alfredo Gavazzi.

Approfondisci: i dubbi italiani che avevano bloccato le trattative

Tutte le parti in causa (vedi elenco) sono felici di annunciare il raggiungimento di un accordo volto ad assicurare la prosecuzione e lo sviluppo delle competizioni europee per Club. Tutte le parti hanno evidenziato il proprio impegno ad una competizione rafforzata ed in grado di soddisfare le richieste di tutte le parti in causa. Una competizione realmente meritocratica, che prenderà il via dal 2014/2015, con un’appropriata ripartizione delle risorse, rafforzata da un accordo a lungo termine e da una solida governance,

Visione generale
3 competizioni internazionali, chiamate “The European Rugby Champions Cup”, “The European Rugby Challenge” ed una nuova competizione chiamata “Qualifying Competition”.
L’associazione responsabile dell’organizzazione e gestione delle Coppe avrà sede in Svizzera e si chiamerà European Professional Club Rugby (EPCR)
Qualificazione alla European Rugby Champions Cup: 20 squadre classificate in base al posizionamento nei rispettivi campionati la stagione precedente. Le prime 6 di Top14, le prime 6 di Premiership e le prime 7 di RaboDirect PRO12, con almeno una squadra di ogni Nazione partecipante a quest’ultimo campionato. Il ventesimo posto sarà assegnato dalla vincente di un incontro secondo i seguenti criteri:
per la prima stagione: 7