Completata la prima parte della preparazione per il Rugby Audax Clan

unnamed (1)

Due giorni di test fisici alternati a piscina e lavagna, che hanno avuto il doppio scopo di cementare ancor di più il gruppo deigiocatori.

Il bilancio che traccia il tecnico dei neri Alessandro Di Pasquale è decisamente positivo: “In primo luogo sono contento per il lavoro svolto fin qui dai preparatori atletici, ho visto da parte di tutti quella concentrazione entusiasmo e gioia di giocare che appaiono indispensabili per prepararsi ai grossi impegni che ci attendono.
Abbiamo svolto test medici e fisici, importanti all’inizio di stagione per programmare l’attività futura. Risultati nella norma che mostrano una condizione fisica accettabile seppur ancora lontana dal top. Ma abbiamo ancora del tempo e penso che la squadra sarà sicuramente pronta per l’inizio del campionato”.

Da un punto di vista atletico i questi due giorni di ritiro ed in generale in questa prima parte della preparazione si sono viste nuove metodiche di allenamento, inserite dal preparatore fisicoErman Dinatale.
“ L’assimilazione di queste nuove metodiche avverrà con il tempo e ci tornerà utile durante il campionato…” afferma Erman Dinatale “…per presentare un progetto di gioco occorre passare attraverso l’ elaborazione delle tematiche e gettare le fondamenta per le basi. Quanto al gioco si tratta di una seconda fase”. Quello che ha fatto piacere è rilevare da parte di tutti i giocatoriimpegno e concentrazione, per cui nessuno si è tirato indietro dando il massimo in allenamento.Positivo è stato vedere l’entusiasmo , non solo degli Under 18 aggregati alla prima squadra ma anche dei senatori, e scoprire la potenzialità di ciascuno di essi, sono stati giorni importanti epositivi per creare l’amalgama perfetto tra tutti i componenti della squadra.

“Il ritiro sportivo dell RAC, va oltre la preparazione fisica dell’atleta e tattica di gioco…” affermaLuca Tavernese giocatore e responsabile alla comunicazione del RAC “…ha un alto valore di socializzazione, ti fa sentire tutt’uno con la squadra e i suoi colori sociali. È anche un momento per apprendere il rispetto delle regole e delle gerarchie.

Credere in noi per creare la nostra identità e affrontare le fatiche del campionato nel modo migliore”.

Un ringraziamento finale va a Massimo Brullo che come responsabile di Villa Teresa ha concesso l’utilizzo della struttura turistica permettendo così la realizzazione e riuscita del ritiro.

Nell’ambito della preparazione rientra l’amichevole con il CUS Catania di giorno 20 alle 17:30, un amichevole di alto livello che vedrà opposte due sicure protagoniste del campionato di serie C1. La gara sarà uno degli eventi della manifestazione “PLACCA L’OMOFOBIA”.
Questa la pagine dell’evento su fecebook, vi aspettiamo numerosi!

https://www.facebook.com/events/719023501478233/