Challenge Cup: Suicidio Calvisano! Rovigo in Europa

challenge rovigo qualificazioni 2

La FEMI-CZ Rugby Rovigo Delta inizia subito in quarta, infatti dopo appena un minuto dal fischio d’inizio rimedia un calcio di punizione: Basson però non centra i pali. I rossoblù continuano la supremazia sulla metà campo avversaria e si fanno valere anche in mischia, dove hanno la meglio sui 22. Da qui nasce l’azione che porta Ngawini in metà al 4′: Basson non trasforma e il punteggio si ferma sullo 0-5. I georgiani si riprendono e attaccano, dopo ripetuti pick and go a ridosso della linea di metà rossoblù riescono a schiacciare l’ovale oltre la linea. Tsiklauri trasforma per il sorpasso 7-5. Il match continua con le due squadre che si affrontano a pari armi, anche se i rossoblù sono decisamente superiori in touche. Rovigo commette però velo e i caucasici al 18′ hanno l’opportunità di allungare le distanze: il calcio di Tsiklauri però non centra i pali. I bersaglieri ottengono l’ennesima touche, che svolgono in maniera impeccabile, e dal raggruppamento che si crea subito dopo l’ovale viene passato a De Marchi che schiaccia oltre la linea. Basson trasforma e il punteggio si porta sul 7-12 per i rossoblù. Dopo pochi minuti entrambe le squadre rimangono in 14, per i gialli a Ravalle e Guergenadze che peccano di troppo nervosismo, e a Rovigo viene fischiato un calcio a favore che l’estremo rossoblù mette tra i pali per il 7-15. Alla ripartenza, con Tbilisi in attacco, Rovigo perde un altro uomo: è giallo a De Marchi per placcaggio pericoloso. In 13 contro 14 i rossoblù oppongono agli agguerriti avversari una difesa perfetta, tanto che il primo tempo si chiude senza ulteriori sorprese.

La ripresa è quasi totalmente una lotta sulla metà campo rossoblù, con i georgiani decisi all’attacco verso la linea di meta. Tbilisi ci prova per tutto il primo quarto d’ora, senza però riuscire a concretizzare gli enormi sforzi di fronte al muro insormontabile dei Bersaglieri. Finalmente questi riescono a spostare il gioco in attacco nella metà campo avversaria fino a guadagnare un calcio di punizione dopo un fallo in mischia dei georgiani: al 17′ Basson manda l’ovale tra i pali per il 7-18, provando anche un drop dopo appena due minuti ma non centrando l’obiettivo. I georgiani tornano ad essere aggressivi e spostano nuovamente il gioco nella metà campo rossoblù, dove la difesa dei Bersaglieri continua strenuamente. La meta georgiana arriva al 27′, per un superficiale errore di difesa, e Tsiklauri trasforma per il 14-18. Pochi minuti dopo Rovigo allunga le distanze con Basson, preciso dalla piazzola. Il resto della partita è la fotocopia della prima parte della ripresa, con Rovigo confinato nei propri 22 a difendere le incursioni georgiane. L’ultima meta caucasica nasce, ancora una volta, da una svista della difesa rossoblù: a pochi istanti dalla fine Tsiklauri trasforma per il pareggio 21-21. È proprio allo scadere della partita che arriva la grande invenzione di Basson, che tenta il drop e centra i pali. La FEMI-CZ Rugby Rovigo Delta vince 24-21, qualificandosi per il Girone 1 dell’European Challenge Cup.

A Calvisano, invece, suicidio collettivo dei campioni d’Italia. In superiorità numerica dal 18′ per un cartellino rosso, infatti, i bresciani riescono a non segnare neanche una meta fin quasi allo scadere, piazzando solo due calci, mentre i rumeni vanno in meta con Morrell. Non serve il guizzo nel finale di Ambrosio, la cui meta trasformata da Seymour ribalta il -5 di Bucarest, perché a tempo scaduto il piazzato di Samoa elimina il Calvisano dall’Europa, dando a Bucarest l’accesso alla Challenge Cup. E per i bresciani la stagione inizia con una figuraccia.

Tbilisi Caucasians v Femi-CZ Rovigo 21-24
Tbilisi: I Kiashashvili; B Tsiklauri, A Todua, G Aptsiauri, G Shkinin; L Khamaladze, G Begadze; B Gogishvili, B Alkhazashvili, D Gurgenadze, B Bitsadze, M Archuashvili, G Tkhilaishvili, E Surguladze, Z Maisuradze
In panchina: I Chomakhashvili, S Koiava, G Sanikidze, G Mchedlishvili, B Kolelishvili, G Kacharava, T Sokhadze, G Fruidze
Rovigo: S Basson; S Bortolussi, D Majstorovic, F Menon, B Ngawini; L Rodriguez, G Bronzini; N Quaglio, E Ceccato, M Ravalle, G Boggiani, JF Montauriol, E Caffini, A De Marchi, M Ferro
In panchina: L Mahoney, G Roan, G Gajion, M Maran, E Lubian, M Frati, D Farolini, L Lubian

Cammi Calvisano v Bucharest Wolves 13-10
Calvisano: B De Jager; G Di Giulio, A Voreqe Rokobaro, T Castello, PL Canavosio; B Seymour, M Violi; L Scarsini, L Ferraro, S Costanzo, A Cavalieri, L Beccaris, S Kalou, M Mata Esuite Mbanda, A Steyn
In panchina: G Morelli, S Panico, R Biancotti, J Salvetti, A Zdrilich, R Ambrosio, A Chiesa, A Bergamo.
Bucharest: L Samoa; F Ionita, C Dascalu, C Gal, I Botezatu; F Vlaicu, S Florin; C Pristavita, O Turashvili, V Badalicescu, C Tatu, J Van Heerden, V Lucaci, S Morrell, C Ene
In panchina: A Oancea, M Dico, S Vasiliu, C Ratiu, A Mitu, G Diaconescu, F Lazar, R Neagu

Segui @Rugby1823 su Twitter

Seguici su Google+

© Foto Elena Barbini – Tutti i diritti riservati

Rugby | Challenge Cup | Rovigo e Calvisano | risultati é stato pubblicato su rugby1823 alle 21:25 di 27 settembre 2014.