Cesena Rugby U18: bene la Bianca, la Nera cade a testa alta

23 marzo 2014, Cesena – In una giornata dal meteo incerto su un campo compatto e quasi completamente erboso si affrontano due squadre quasi agli antipodi della classifica. Il fischio d’inizio viene dato alle 12,35 è già si vede che la partita avrà un andamento lento e frammentato; il Cesena Bianco si mantiene nella metà campo avversaria e il Faenza riesce a contenere. Al 16′ i bianconeri sfruttano al meglio una palla persa e vanno in meta con Manuzi, Ronconi fa centro con la trasformazione e si va sul 7-0. Il Cesena continua a dominare l’incontro e al 19′ Biondi è bravo a recuperare un calcio di liberazione e contrattaccare per scaricare l’ovale e Jambice che va in meta.

Sul punteggio di 12-0 il Faenza deve reagire e ci riesce: al 30′ i faentini sfruttano un’ingenuità dei padroni di casa per marcare la meta del 12-5. Con questo risultato si va al riposo.

Il secondo tempo parte con entrambe le squadre più frizzanti e motivate. Al 3′ arrivano tre punti per il Faenza che sfrutta un calcio piazzato da posizione centrale fischiato per un fuorigioco. Finalmente si rivede il Cesena al 12′ che riconquista campo e torna in meta con Bernabini, Ronconi trasforma per il 19-8. Dieci minuti più tardi da mischia ordinata si sgancia Manuzzi che arriva a pochi metri dalla linea di meta, vistosamente braccato scarica a Onofri che va segnare la quarta meta in mezzo ai pali. Tutto facile per Ronconi e il punteggio sale a 26-8. Al 24′ c’è gloria anche per Peraccini che va segnare altri cinque punti del 31-8 finale.

Con questo risultato il Cesena Bianco si mantiene al secondo posto in classifica a 7 punti di distanza dalla capolista Reggio Emilia.

23 marzo 2014, San Benedetto del Tronto – Sconfitta onorevole per la formazione Under 18 Nera del Cesena Rugby che nella 15a giornata del girone Romagna/Marche cede in casa dell’Unione Rugby San Benedetto. A differenza della partita d’andata, quando il Cesena subì una brutta sconfitta per 34-0, i bianconeri giocano a viso aperto per tutto l’incontro confermando i passi in avanti compiuti in tutto l’arco della stagione. Addirittura il Cesena rimane in vantaggio fino alla metà della ripresa ma alcuni infortuni e l’assenza di giocatori in panchina hanno portato i padroni di casa al sorpasso. Il match termina 32-20 per i marchigiani ma il Cesena ne esce sicuramente a testa alta, dimostrando tanto orgoglio e spirito di sacrificio.

Il morale è alto in vista dell’impegno di domenica prossima in casa contro il Recanati, battuto nella partita d’andata e battibile anche in questa occasione, ma servirà il miglior Cesena.