Archivi categoria: On Rugby

Sean O’Brien, stop lunghissimo: niente Sei Nazioni e stagione finita?

ph. Jason O’Brien/Action Images

Il problema alla spalla del terza linea della nazionale irlandese e del Leinster è più grave del previsto: lo staff tecnico del ct Joe Schmidt sperava di poter contare sul giocatore almeno per l’ultima e la penultima gara del Sei Nazioni ma per Sean O’Brien la stagione sarebbe finita. A farlo sapere è stata Newstalk, una radio irlandese, nel primo pomeriggio di giovedì.

L’articolo Sean O’Brien, stop lunghissimo: niente Sei Nazioni e stagione finita? sembra essere il primo su On Rugby.

Fiji, l’allenatore Seven Ben Ryan senza stipendio da mesi

Pochi mesi fa è stato scelto come allenatore della nazionale Seven delle Fiji, con l’obiettivo di preparare la squadra al meglio al debutto olimpico di Rio 2016. Peccato che da allora Ben Ryan, già allenatore della selezione a sette dell’Inghilterra, non abbia ricevuto un penny. A dichiararlo è lo stesso coach, che dalle pagine del quotidiano fijiano One News fa sapere che nemmeno i biglietti aerei per tornare a vedere la famiglia durante le feste gli sono stati rimborsati. La Federazione, da parte sua, ha confermato la situazione, aggiungendo però che le parti erano d’accordo sul lavoro come “volontario” dei primi tre mesi. Il problema è che, a quanto pare, la Federazione starebbe faticando a trovare i fondi anche per l’ingaggio del 2014.

L’articolo Fiji, l’allenatore Seven Ben Ryan senza stipendio da mesi sembra essere il primo su On Rugby.

European OnRugby Ranking: Northampton riconquista la vetta

Il passo falso di Clermont, sconfitto a Tolosa nel posticipo di Top14 di domenica sera, costa carissimo alla formazione transalpina che non solo perde la vetta a favore di Northampton ma viene scavalcata anche da Ulster vittoriosa in casa con Munster. Tolosa, Wasps e Brive fanno un salto in avanti di ben tre posizioni ma è Perpignan che guadagna più posizioni, ben quattro, grazie alla vittoria su Bayonne ma sopratutto alle sconfitte delle squadre che sette giorni fa erano davanti in classifica. Novità che abbiamo introdotto nel Ranking di quest’anno è la colonna con l’indicazione della variazione dei punti ripsetto alla settimana precedente che, e speriamo sia di buon auspicio, vede in questa prima settimana le Zebre come la formazione che guadagna più punti con un +1,56 grazie alla vittoria nel derby con Treviso.

L’articolo European OnRugby Ranking: Northampton riconquista la vetta sembra essere il primo su On Rugby.

Mogliano corre ai ripari: ingaggiato il flanker Luca Petillo

ph. Alfio Guarise

Due infortuni che hanno “svuotato” il reparto degli avanti dei campioni d’Italia e ora il Mogliano mette sotto contratto l’ex Lazio e Cavalieri Prato Luca Petillo. Il comunicato del club veneto:

Dopo lo sfortunato infortunio occorso al terza linea eugubino Matteo Corazzi, vittima anche lui come Alberto Zorzi della rottura dei legamenti del ginocchio, Mogliano corre ai ripari rinforzando il reparto degli avanti con un giocatore di spessore. Sarà il terza linea Luca Petillo, Classe 1989, ex Lazio e Prato, a vestire i colori biancoblu per il resto della stagione. Il flanker è stato uno dei punti di forza dei Cavalieri negli scorsi anni e anche capitano della nazionale under 20 azzurra nel 2009. Luca arriva da un periodo di inattività rispetto al rugby giocato e quindi dalla prossima settimana verrà aggregato al gruppo per disputare i primi allenamenti ed iniziare la valutazione dello stato fisico, in modo da favorire il suo graduale inserimento in partita. Potenzialmente un primo esordio potrebbe avvenire già dalla prossima giornata di Campionato, il 25 gennaio, nel derby contro il San Donà.

L’articolo Mogliano corre ai ripari: ingaggiato il flanker Luca Petillo sembra essere il primo su On Rugby.

Sei Nazioni 2014 in tv: ecco il promo di Dmax

L’uno Febbraio prossimo partirà il primo Sei Nazioni targato DMAX (canale 52 del digitale terrestre) con l’Italia che sfiderà al Milennium il Galles detentore del titolo. E proprio gli Azzurri Parisse, Castrogiovanni, Zanni, Ghirladini e Mauro Bergamasco sono i protagonisti del promo che DMAX ha lanciato in questi giorni e che potete vedere qui sotto.

Inoltre sia nella nostra sezione classifiche sia nella sezione “Sei Nazioni Test Match” è già online la programmazione di DMAX con gli orari del collegamento pre-partita.

L’articolo Sei Nazioni 2014 in tv: ecco il promo di Dmax sembra essere il primo su On Rugby.

Rugby mercato, Zac Guildford ha firmato con Clermont

ph. Paul Harding/Action Images

10 caps con gli All Blacks, l’ultimo dei quali nel novembre 2012. Poi basta, data anche la fortissima concorrenze nel suo ruolo. Zac Guildfors, 24 anni ala dei Crusaders, ha allora accettato l’offerta di Clermont e firmato un contratto di tre anni. Prenderà il posto di un’altra ala All Blacks, Sivivatu, che passerà invece al Castres.

L’articolo Rugby mercato, Zac Guildford ha firmato con Clermont sembra essere il primo su On Rugby.

Italia e Pro12, il futuro è sempre meno celtico: parola di Alfredo Gavazzi

ph. Sebastiano Pessina

OnRugby qualcosa aveva subordorato nelle ultime due settimane, ma le bocche erano cucitissime. Nessuna possibilità di scrivere nulla, ora però parla il presidente FIR Alfredo Gavazzi e la questione diventa palese: il futuro celtico italiano è a fortissimo rischio, ora anche la federazione pensa di mollare. In una intervista rilasciata alla Gazzetta dello Sport il numero uno del rugby italiano dice chairo e tondo: “Coi colleghi delle altre tre federazioni sono stato molto chiaro. Il 30 giugno scadrà il primo quadriennio di impegno: o cambieranno le condizioni o ci faremo da parte

Ben Mowen lascia l’Australia e volerà in Francia. Niente RWC 2015

ph. Jason O’Brien/Action Images

Se “Form first name second” è il motto con cui McKenzie si è presentatosulla panchina dell’Australia, “Family first Wallabies second” può a buon grado essere scelto come quello di Ben Mowen. La forte terza linea australiana, una delle pedine fondamentali nel processo di ricostruzione intrapreso sulla panchina nazionale dall’ex allenatore dei Reds, ha detto basta ai Brumbies e alla casacca Wallabies. La forte terza linea, che ha incominciato nel giugno 2013 la sua carriera internazionale, a 28 anni, ma che è divenuto da subito un punto di riferimento tanto da capitanare i suoi nel più che positivo tour di novembre, al termine della prossima stagione di Super Rugby coi suoi Brumbies si trasferirà in Francia, per stare più vicino alla moglie e alla figlia, e dove avrà, verosimilmente, un ingaggio molto più consistente. Il contratto che il giocatore ha con la ARU non è un top-up, tipologia di contratto che è garantita solamente a chi ha giocato per almeno due anni con la nazionale, ma il giocatore ha dichiarato che i discorsi di ingaggio non hanno influenzato la sua scelta. Per il giocatore, a questo punto, niente RWC 2015. “A Natale mi sono accorto di quanto mia figlia sia cresciuta, e di quante cose mi sono perso”, ha dichiarato Mowen.

L’articolo Ben Mowen lascia l’Australia e volerà in Francia. Niente RWC 2015 sembra essere il primo su On Rugby.

Sei Nazioni 2014, per Jacques Brunel si avvicina l’ora dello showdown

ph. Sebastiano Pessina

Ci siamo. Dopo la due giorni di riunione tecnica, tenutasi alla Cittadella del Rugby di Parma con la staff azzurro al completo, Jacques Brunel renderà nota la lista di trenta giocatori che verranno presi in considerazione per i primi due match del Sei Nazioni 2014. Accanto alla rosa di nomi certi e sicuri, ci sono molte situazioni da definire, che destano interesse tra gli appassionati. Le scelte costrette riguardano soprattutto il reparto dei trequarti, dove i numerosi infortuni, ultimo quello di Venditti, costringeranno il coach e la nazionale a provarsi di molte pedine. Chi portare al loro posto? C’è curiosità anche attorno alla scelta dei mediani di mischia, in particolare sull’opzione Tito Tebaldi. E gli infortunati da poco rientrati, verranno tentati oppure si aspetterà il proseguo del torneo?

E voi, che trenta (e magari che quindici) scegliereste e perché? Per saperne di più appuntamento nel primo pomeriggio, l’indirizzo già la conoscete..

L’articolo Sei Nazioni 2014, per Jacques Brunel si avvicina l’ora dello showdown sembra essere il primo su On Rugby.

Video, quando il placcaggio si definisce…devastante!

Domenica scorsa il Tolosa, confermando la propria imbattibilità casalinga, ha superato la capolista Clermont per 19 a 12 ottenendo la nona vittoria consecutiva nel proprio stadio. Ma il ricordo che resterà nella mente di tutti sarà il placcaggio “da record” di Stanley su Yoann Huget…sarà che l’anno è incominciato da poco e queste classifiche si fanno a dicembre ma ci sentiamo di dire che difficilmente questo non si piazzerà nei primi 5 del 2014.

L’articolo Video, quando il placcaggio si definisce…devastante! sembra essere il primo su On Rugby.

Caos europeo, l’IRB alza la voce e tende una mano alle Union

“A genuine European competition”. Ciò si auspica la IRB e così si legge nel comunicato rilasciato oggi dal Board. La mancanza di soluzioni tra federazioni, club e province delle Six Nations Union desta l’interesse, o meglio la preoccupazione, anche della IRB. Bernard Lapasset, chairman del Board, ha dichiarato: “Per raggiungere una soluzione che sia nell’interesse di tutto il rugby, la IRB si impegnerà attivamente con le Union per arrivare ad un accordo che accontenti tutti. Comunque, ribadiamo che non appoggeremo nessuna competizione europea che non abbia l’approvazione delle Federazioni dei club partecipanti“.

L’articolo Caos europeo, l’IRB alza la voce e tende una mano alle Union sembra essere il primo su On Rugby.

Italia Under 20, i trenta azzurrini per preparare il Sei Nazioni

ph. Sebastiano Pessina

Alessandro Troncon, coach della Nazionale Under 20, ha reso nota la lista coi nomi dei trenta azzurrini che si troveranno dal 16 al 22 gennaio a Tirrenia. Al termine del raduno, la comunicazione dei 24 che partiranno per il Galles per l’esordio nel torneo di categoria.

Yannick AGBASSE (Asolo Rugby)*

Derrick APPIAH (Marchiol Mogliano)*

Matteo ARCHETTI (Rugby Rovato)*

Maicol AZZOLINI (Pesaro Rugby)*

Simone BALOCCHI (Rugby Colorno)

Mattia BELLINI (Petrarca Padova)

Michele BOCCARDO (Cus Padova)*

Paolo BUONFIGLIO (UR PratoSesto)*

Lorenzo Maria BRUNO (Lazio Rugby 1927)

Filippo BUSCEMA (UR Capitolina)*

Giacomo DE SANTIS (UR Capitolina)*

Gabriele DI GIULIO (Città di Frascati)*

Simone Pietro FERRARI (Marchiol Mogliano)

Matteo GASPARINI (Fiamme Oro Roma)

Renato GIAMMARIOLI (Città di Frascati)*

Marco LAZZARONI (Marchiol Mogliano)

Filippo LOMBARDO (Primavera Rugby)*

Gabriele MANGANIELLO (Estra I Cavalieri Prato)

Riccardo MICHIELETTO (Petrarca Padova)

Sebastian NEGRI (Western Province)

Simone PARISOTTO (Valsugana Rugby)*

Paolo RAGAZZI (Petrarca Padova)

Federico RUZZA (Cus Padova)*

Filippo SCALVI (Rugby Reggio)

Samuel SENO (M-Three San Donà)*

Marco SILVA (Rugby Colorno)*

Alessandro TORLAI (Rugby Reggio)*

Cherif TRAORE (Estra I Cavalieri Prato)*

Andrea TROTTA (Marchiol Mogliano)*

Davide ZANETTI (Cammi Calvisano)*

*è/è stato membro dell’Accademia FIR “Ivan Francescato”

L’articolo Italia Under 20, i trenta azzurrini per preparare il Sei Nazioni sembra essere il primo su On Rugby.

Infermeria Italia: Venditti fermo almeno trenta giorni

ph. Sebastiano Pessina

Le Zebre hanno aggiornato il bollettino medico, rendendo nota la situazione di Venditti. Al giocatore, si legge sul sito della franchigia, è stata diagnosticata una lesione della sindesmosi, parte dell’articolazione della caviglia destra. Non ci sarà bisogno di intervento ma soltanto di fisioterapia. Il periodo di stop è stato stimato in trenta giorni. Il giocatore, pertanto, probabilmente non sarà a disposizione per i primi due match del Sei Nazioni, andando ad aggiungersi ai tanti tre quarti non a disposizione di Brunel.

L’articolo Infermeria Italia: Venditti fermo almeno trenta giorni sembra essere il primo su On Rugby.

Mercato (ma non solo?): in Galles tornano Lee Byrne e Aled Brew

Una mossa importante, e forse più significativa di un semplice movimento di mercato. I Newport Dragons hanno raggiunto l’accordo con due giocatori gallesi, Lee Byrne e Aled Brew. Entrambi hanno trascorso le ultime stagioni in Francia, rispettivamente a Clermont e Biarritz. I due si sono detti molto contenti di tornare in patria, per mettere a disposizione quanto imparato nel corso dell’esperienza oltremanica. Vero che non si sta parlando dei top player dei dragoni, ma chissà, che ai due siano state delle garanzie sul futuro del rugby gallese?

L’articolo Mercato (ma non solo?): in Galles tornano Lee Byrne e Aled Brew sembra essere il primo su On Rugby.

Francia, Philippe Saint-André difende già adesso le sue scelte

Hanno destato non poche discussioni le scelte di Philippe Saint-André per le prime due giornate del Sei Nazioni. L’head coach della Francia, non avendo a disposizione nemmeno Lopez, ha scelto di lasciare a casa Michalak e François Trinh-Duc, a cui sono stati preferiti Remi Tales ma soprattutto la giovane apertura dello Stade Plisson. E ora il coach torna sulle sue scelte, per difenderle e giustificarle. “François [Trinh-Duc] si sta impegnando molto, ma Plisson sta fornendo molte prestazioni di alto livello. Abbiamo scelto quelli al momento più in forma e più confidenti“. Per quanto riguarda invece Michalak, che a Tolone ha giocato una sola volta dalla fine di novembre, la scelta è dovuto alla forma fisica: “Si è infortunato, gli mancano i minuti di gioco”. Quello che è certo, è che sulle spalle del coach c’è molta pressione: ripetere il pessimo 2013 metterebbe la federazione di fronte a un bivio.

L’articolo Francia, Philippe Saint-André difende già adesso le sue scelte sembra essere il primo su On Rugby.