Caso celtico, è la giornata del summit di Calvisano: sarà decisivo?

ph. Sebastiano Pessina

Il fronte veneto si presenterà questo pomeriggio a Calvisano con poche richieste ma molto dettagliate e probabilmente gli spazi di manovra e di compromesso non sono molti. Dall’altra parte del tavolo il presidente FIR Alfredo Gavazzi che dovrà dire sì o no. Sul tavolo i modi della possibile partecipazione dei Dogi nel prossimo torneo celtico: i veneti chiedono autonomia di decisioni, un’autonomia garantita dai finanziamenti privati e pubblici (Regione Veneto su tutti, ma non solo), che sono pronti a far entrare nella trattativa. Probabilmente tutta la questione si risolve attorno a una sola domanda: la FIR vuole avere due franchigie sotto il suo controllo o “bastano” le Zebre? Se Gavazzi accetterà l’autonomia dei Dogi tutti gli altri problemi verranno risolti a cascata. Se invece il vulnus principale non viene risolto inutile quasi stare a discutere.
Il fronte veneto si muoverà comunque in formazione compatta: Benetton, Rovigo, Petrarca, San Donà e Mogliano accetteranno o rifiuteranno tutti assieme, quale che sia l’organizzazione interna che si daranno. Stasera ne sapremo un po’ di più?

L’articolo Caso celtico, è la giornata del summit di Calvisano: sarà decisivo? sembra essere il primo su On Rugby.