Capitolina, mercato fermo. Resta anche Bocchino?

bocchino

Retrocessa sul campo, dopo una stagione oltremodo difficoltosa, la Capitolina è già concentrata al prossimo campionato di Serie A. Tuttavia, nella Capitale, sono pochi (se non nulli) i movimenti di mercato all’orizzonte. La volontà di giocarsi il campionato con una squadra interamente autoctona conferma le idee di un club che, rispetto al passato (la Capitolina aveva portato in Italia l’allora numero otto dei Pumas Adadie…), continuerà a costruire e programmare offrendo chance a giocatori cresciuti in casa. Uno di questi, Riccardo Bocchino, potrebbe continuare a vestire la maglia blu-amaranto-bianca. Nonostante il buon campionato, infatti, il numero dieci viterbese dovrebbe continuare a giocare a Roma. Classe ’88, Bocchino è cresciuto proprio alla Capitolina, salvo poi trasferirsi a Rovigo nell’estate 2009. Un solo anno in rossoblu, poi il salto in Celtic League, sponda Aironi e un campionato del Mondo giocato in Nuova Zelanda con la maglia azzurra. Chiusa l’esperienza celtica, eccolo a Prato. Dopo l’esperienza in Toscana però, Riccardo prende la clamorosa decisione di abbandonare il rugby professionistico, scegliendo di tornare alla Capitolina (allora in Serie A) e, soprattutto, agli studi. E proprio con la squadra romana conquista la promozione in Eccellenza al termine della scorsa stagione, dopo una finale contro il Pro Recco che lo vede protagonista a suon di calci. Calci che, nel prossimo campionato, dovrebbe continuare a scagliare con la maglia della Capitolina.