Capitan Quintin Geldenhuys, sudafricano dal cuore azzurro

ph. Sebastiano Pessina

La nazionale italiana è partita nel pomeriggio di ieri alla volta dell’Australia (via Londra), prima tappa del tour di giugno che prevede le sfide a Fiji, Samoa e Giappone. Per la prima volta i gradi di capitano li porterà Quintin Geldenhuys, ormai italiano d’adozione ma ancora con passaporto sudafricano (e quella di un capitano “straniero” è probabilmente una prima assoluta nella storia degli azzurri).
Ieri il seconda linea delle Zebre ha rilasciato alcune dichiarazioni. Uno stralcio del comunicato FIR:

Le ore precedenti alla partenza hanno rappresentato anche la prima uscita di Quintin Geldenhuys, seconda linea delle Zebre, con i gradi di capitano dell’Italia: “E’ difficile descrivere a parole quello che provo, sono qui in Italia da molti anni ed ho ricoperto questo ruolo a Viadana, con gli Aironi ed anche con le Zebre, ma farlo per la Nazionale ha un significato completamente diverso, più profondo. Ho detto subito sì quando il CT mi ha chiesto se volessi ricoprire questo ruolo, proverò ad essere d’esempio sul campo. Il nostro primo obiettivo per questo tour deve essere ritrovare fiducia dopo il 6 Nazioni, mostrare il carattere individuale e collettivo di questo gruppo e portare a casa le tre partite, sapendo che saranno tre test di alto livello, contro avversari veramente consistenti”.

La Nazionale sbarcherà martedì mattina a Sydney, dove si allenerà sino a domenica prima di trasferirsi a Fiji in avvicinamento al primo test-match del tour, il 7 giugno a Suva.

Questi i 30 convocati:

Piloni

Matias AGUERO (Zebre Rugby, 24 caps)

Dario CHISTOLINI (Zebre Rugby, esordiente)

Lorenzo CITTADINI (Benetton Treviso, 32 caps)

Alberto DE MARCHI (Benetton Treviso, 17 caps)

Andrea DE MARCHI (Zebre Rugby, esordiente)

Tallonatori

Leonardo GHIRALDINI (Benetton Treviso, 64 caps)

Davide GIAZZON (Zebre Rugby, 19 caps)

Andrea MANICI (Zebre Rugby, 1 cap)*

Seconde linee

George Fabio BIAGI (Zebre Rugby, 1 cap)

Marco BORTOLAMI (Zebre Rugby, 104 caps)

Marco FUSER (Benetton Treviso, 1 cap)*

Quintin GELDENHUYS (Zebre Rugby, 46 caps) – capitano

Flanker/n.8

Robert BARBIERI (Benetton Treviso, 35 caps)

Mauro BERGAMASCO (Zebre Rugby, 97 caps)

Paul DERBYSHIRE (Benetton Treviso, 23 caps)

Joshua FURNO (Biarritz Olympique, 18 caps)*

Manoa VOSAWAI (Benetton Treviso, 14 caps)

Mediani di mischia

Guglielmo PALAZZANI (Zebre Rugby, esordiente)

Tito TEBALDI (Ospreys, 18 caps)

Mediani d’apertura

Tommaso ALLAN (USAP Perpignan, 8 caps)

Luciano ORQUERA (Zebre Rugby, 41 caps)

Centri/ali/estremi

Michele CAMPAGNARO (Benetton Treviso, 7 caps)*

Angelo ESPOSITO (Benetton Treviso, 4 caps)*

Gonzalo GARCIA (Zebre Rugby, 33 caps)

Tommaso IANNONE (Zebre Rugby, 8 caps)

Andrea MASI (London Wasps, 82 caps)

Luke MCLEAN (Benetton Treviso, 57 caps)

Leonardo SARTO (Zebre Rugby, 7 caps)*

Alberto SGARBI (Benetton Treviso, 28 caps)

Giovambattista VENDITTI (Zebre Rugby, 19 caps)*

*è/è stato membro dell’Accademia FIR “Ivan Francescato”

L’articolo Capitan Quintin Geldenhuys, sudafricano dal cuore azzurro sembra essere il primo su On Rugby.