Camerino tutto cuore e orgoglio

Finalmente l’urlo liberatorio di gioia per la vittoria risuona tra le tribune de “Le Calvie”. Una vittoria sofferta ed emozionante quelle dei camerti a spese di una forte Unione rugby San Benedetto, ai vertici della classifica, oggi nella città ducale per una gara di recupero. Arbitra Magi di Fabriano. I locali subito all’attacco senza timori reverenziali ma sono i sambenedettesi che al 16’vanno in meta con Zambianchi. Nulla la trasformazione. Accorcia al 23′ un delizioso calcio di punizione di Ronconi. Si va al riposo col risultato di 5 a 3 a favore degli ospiti. Un primo tempo che evidenzia l’estremo nervosismo degli adriatici, squadra ruvida che riesce a collezionare un cartellino giallo (saranno 3 entro il fischio finale) e un rosso (Spinozzi) proprio allo scadere. La ripresa vede quindi i cussini in vantaggio di un uomo. E’ un’occasione da non poter sprecare. Al 22′ punizione di Ronconi che porta in vantaggio, sia pur di un solo punto, i cinghiali camerti. Compensano gli ospiti con altra punizione da 3 punti, appena un paio di minuti dopo. Siamo sull’8 a 6 per gli universitari. Ormai si gioca su alterni e convulsi capovolgimenti di fronte. San Benedetto nella convinzione di essere tecnicamente superiore e Camerino nel credere di potersi assicurare un risultato che alla vigilia sembrava improbabile. Il momento della svolta: al 27′ Paganelli s’invola lungo la fascia laterale. Inarrestabile pone la palla in meta. Ronconi non realizza ma tanto basta a fissare il risultato finale sull’11 a 8 per Camerino. Finalmente una prova di carattere per i colori gialloneri.