BSkyB compra Sky Italia e Germania. Qualcosa si muove per il rugby?

ph. Sebastiano Pessina

La notizia è di quelle importanti a livello generale, con possibili riflessi anche nel mondo della palla ovale italiana: BSkyB haacquisito da Fox il suo 100% in Sky Italia e il 57,4% in Sky Deutschland. Un movimento di grandi quantità di soldi (Sky Italia è stat valutata circa 3 miliardi di euro) e di quote azionarie tutte interne all’universo controllato da Rupert Murdoch e che dà vita al più grande gruppo satellitare europeo.
Da un punto di vista pratico cambia poco o nulla, al momento, ma a OnRugby risulta che il vero obiettivo della cosa sarebbe quello di poter offrire ai propri abbonati tutti i contenuti in possesso del gruppo Sky: quindi – in via puramente teorica – che l’abbonato italiano possa accedere anche a quello trasmesso in Inghilterra o Germania, e viceversa. Ma si tratta di un panorama futuribile, che di mezzo ci sono delle quisquilie tipi i regolamenti europei e nazionali, senza contare le probabili reazioni della concorrenza. E’ un primo passo di un percorso che si preannuncia lungo e accidentato.
Effetti per il rugby? Probabilmente ci saranno, ma non nell’immediato (speriamo di essere smentiti, ovviamente). Che la “nuova” Sky si voglia presentare con i diritti del Mondiale? Sperando che anche almeno uno dei tre grandi tornei europei sia visibile sulla tv satellitare… Vedremo.

L’articolo BSkyB compra Sky Italia e Germania. Qualcosa si muove per il rugby? sembra essere il primo su On Rugby.