Brusco stop per i Draghi Bat

Domenica 9 i Draghi Bat hanno affrontato in trasferta il Cus Foggia uscendo sconfitti dal campo avversario per 24 a 15, subendo 3 mete e realizzando 2, interrompendo la striscia positiva di 3 vittorie.

Che la gara non fosse delle più agevoli, lo si è capito dai primi minuti, nonostante i Draghi partono in vantaggio realizzando i primi 3 punti grazie al calcio di Fabiano. Il Cus Foggia, infatti, riesce prima a pareggiare con una punizione, e poi a portarsi sul 10 a 3 grazie ad una veloce incursione dell’ala che schiaccia in meta e alla successiva realizzazione, concludendo in vantaggio il primo tempo.

Il gioco dei rugbisti della sesta provincia in questa prima fase è apparso stanco, spento e privo di ogni velleità agonistica. Coach Amoruso tenta, nell’intervallo, di spronare i suoi a proporre un gioco più aggressivo in fase di attacco e recuperare le lacune difensive.

Alla ripresa delle ostilità sono invece i Foggiani a impostare meglio il gioco in fase offensiva, e nei primi 20 minuti, anche grazie a disattenzioni in fase difensiva da parte dei Draghi, realizzano altre 2 mete con le relative realizzazioni fissando il punteggio su 24 a 3.

La partita sembra ormai essere tutta in salita per i barlettani ma, grazie anche ai cambi effettuati, i Draghi si riversano in massa nella metà campo avversaria nel disperato tentativo di ribaltare le sorti del match.

Grazie alle numerose fasi offensive, che di qui alla fine del tempo regolamentare, caratterizzeranno a senso unico questa fase della partita, i Draghi riescono prima con Borraccino e poi con Pilato a schiacciare in area di meta per ben 2 volte, interrompendo l’impeto agonistico solo nel momento del fischio finale dell’arbitro.

Il punteggio finale recita 24 a 15 e dà la dimensione di quanto il gioco, sia offensivo che difensivo, dei Draghi sia da migliorare in quest’ultima fase di campionato, in vista soprattutto delle 2 ultime partite casalinghe del 23 marzo contro il Potenza Rugby e del 30 marzo contro il Rugby Bari.