Benetton Treviso, Zebre e il pubblico celtico: tutti i numeri della stagione

ph. Alfio Guarise

Tra giovedì e venerdì le nostre due squadre celtiche giocheranno l’ultima gara casalinga della stagione, i bianconeri contro gli Ospreys e i veneti contro i Warriors di Glasgow. Generalmente le gare che congedano le squadre dagli stadi di casa hanno una buona cornice di pubblico, quando non addirittura ottima, ma un bilancio è possibile farlo già ora.

Andiamo in ordine alfabetico e iniziamo dal Benetton Treviso.
Gare interne finora giocate: 10
Totale pubblico: 37.589
Media per partita: 3.758
Partita con più pubblico: Ospreys, 4.981
Partita con meno pubblico: Ulster 2.720
Qualche considerazione. Rispetto alla stagione precedente si registrerà probabilmente una crescita del dato complessivo (nel 2012/2013 i tifosi accorsi al Monigo in 11 partite sono stati in tutto 39.950 con una media-gara di 3631,8) visto che un anno fa l’ultima partita in casa contro il Connacht fece accorrere ben 4.850 appassionati, seconda partita più vista di quella stagione dopo il derby con le Zebre. Facile prevedere almeno 4mila presenze anche venerdì sera, con la cifra complessiva che andrà a sfondare quota 40mila. Non una crescita pazzesca, ma comunque non male per una stagione andata storta e ben lontano dagli obiettivi che ci si era dati all’inizio. Per ben tre volte quest’anno il Benetton ha superato quota 4mila, avvicinandosi in due casi (contro Ospreys e Zebre) alla soglia dei 5mila tifosi. Solo due volte invece si è rimasti sotto la soglia delle 3mila presenze. Infine quella che potremmo chiamare “quota Zebre”, ovvero il raggiungimento del totale monte-tifosi raccolti dai “cugini” è stata raggiunta quest’anno a cavallo tra le sfide contro Cardiff e gli stessi bianconeri, in anticipo di una o due giornate rispetto a un anno fa.

Passiamo alle Zebre, questo il riassunto:
Gare interne finora giocate: 10
Totale pubblico: 20.591
Media per partita: 2.059,1
Partita con più pubblico: Benetton Treviso 5mila
Partita con meno pubblico: Cardiff Blues 1.050
La scorsa stagione i bianconeri in 11 gare richiamarono 22.275 tifosi con una media-gara di 2.025 presenze. I bianconeri finiranno la stagione con un numero presumibilmente di poco superiore al 2012/2013, per superare la cifra di un anno fa giovedì servono almeno 1.685 presenze.
Tutte le gare hanno richiamato almeno mille tifosi, mentre lo scorso anno in un paio di occasioni si era scesi sotto quella cifra (Cardiff Blues con 700 unità e Newport con 400). Solo in tre casi si è andati oltre le duemila presenze: con il Benetton – gara in cui si è toccato il record assoluto dei bianconeri con 5mila tifosi – e poi con le prime due gare interne dell’anno contro Munster (2.550) e Glasgow (2.800), poi in sette occasioni si è rimasti tra le mille e le duemila presenze.

L’andamento stagionale è sostanzialmente simile per entrambe le squadre: si parte forte, si cala un po’ ma si rimane su buoni numeri, flessione tra gennaio-marzo e cifre che tornano a salire dopo il Sei Nazioni.
Treviso cresce – diciamo come se avesse giocato una gara interna in più – in una stagione complicata, crescono anche le Zebre ma ci si aspettava qualcosa di più. I risultati del campo sono migliori ma quelli degli spalti hanno un passo più lento. La sfida è difficile e ha bisogno di tempo, va però detto che i margini di crescita sono più ampi per la franchigia federale che non per i biancoverdi. Almeno sulla carta.

L’articolo Benetton Treviso, Zebre e il pubblico celtico: tutti i numeri della stagione sembra essere il primo su On Rugby.