Benetton, parla Zatta: in campo ho visto troppa leggerezza

ph. Sebastiano Pessina

“Pazienza è la parola giusta, ma non dobbiamo cullarci dietro ad essa. Dobbiamo accettare tutto quello che arriva, ma sempre dando il massimo”. Il presidente della Benetton Amerino Zatta “rompe” il silenzio stampa (“un desiderio di staff e giocatori, per avere serenità e concentrazione”) dal canale Youtube della società veneta. Si parte con le difficoltà di Llanelli: “Non abbiamo dato il massimo, e oltre alle difficoltà normali di orientamento non deve però esserci leggerezza nei comportamenti di persone che hanno qualità e dovere di esprimere la loro potenzialità. Solo alcuni giocatori le hanno espresse, e questo mi rammarica un istante […] Si sa che per giocare a rugby o si hanno motivazioni e si è concentrati, altrimenti di risultati come sabato ne porteremo a casa ancora”. Nei confronti dello staff, comunque, massimo rispetto e fiducia: “Li vedo sereni anche se a volte un po’ preoccupati, perché vorrebbero ottenere risultati in funzione delle loro loro istruzioni verso i giocatori. Si stanno impegnando molto e lavorando bene, con impegno, e tutto ciò pagherà“. Infine, un accenno al fatto che molte squadre si siano rafforzate: “Abbiamo firmato il 6 maggio la riconferma [di partecipazione al Pro12, ndr], ma la federazione stessa ha chiuso le sue trattative ad aprile. C’è il problema della garanzia della continuità e di impostare le stagioni senza che siano a termine”.

Ecco l’intervista completa al Presidente Zatta.

L’articolo Benetton, parla Zatta: in campo ho visto troppa leggerezza sembra essere il primo su On Rugby.