Aurunci Rugby Formia: resoconto sulla giornata contro l’omofobia

unnamed (2)

Una chiusura di stagione per gli Aurunci Rugby Formia tutta da incorniciare, una doppia “festa” riuscitissima.
Nell’inusuale campo, per il rugby, del Comunale di Itri, infatti, domenica 18 si è svolta una mattinata all’insegna dello sport ovale, prima con l’esibizione dei bambini del mini-rugby, sia della società locale che dei Briganti di Cassino, poi con l’amichevole tra gli Aurunci e Libera Rugby Roma, prima squadra gay-friendly in Italia.
I bambini, sotto l’attento controllo degli allenatori Toscano e Pace, aiutati anche dall’esperto Panetta, si sono divertiti nell’oretta di gioco fatta, conclusasi poi con l’immancabile terzo tempo, tra pizzette e dolci preparati dai genitori stessi.
Il match è stato l’atto conclusivo della manifestazione organizzata dall’associazione culturale Lokomotiv Musik, iniziata in dicembre, “Krisis, tra Letteratura, Sport, Bioetica e Sessualità”, incentrata sulla sensibilizzazione della società civile sul fenomeno dell’omofobia.
Aldilà del risultato, match vinto dagli Aurunci per 28 a 19, c’è da sottolineare la riuscita dell’evento stesso, con un nutrito numero di spettatori presenti sugli spalti che, oltre spinti dalla curiosità dell’ “anomalo” sport, hanno voluto partecipare alla giornata capendo il messaggio dell’amichevole stessa, cioè quello che sport come il rugby, considerato adatto solo per “veri” maschi, non è da meno alla lotta contro le discriminazioni sessuali e di genere.
Il tutto è stato incorniciato da genitori curiosi che per la prima volta hanno portato i loro figli ad “assaggiare” la palla ovale, molti dei quali sono poi rimasti ad assistere anche al match seniores, magari spiegando proprio ai loro figli l’importanza di questa giornata.
“Giornate come questa – dice il presidente, quest’oggi anche giocatore, Luigi Capodiferro – non possono che far bene allo sport, ringrazio tutti, i nostri ragazzi che hanno capito per primi l’importanza dell’evento, comportandosi in maniera perfetta, sottolineerei anche la presenza a bordo campo dei ragazzi infortunati. I ragazzi di Libera Rugby, ovviamente senza di loro l’amichevole non avrebbe dato il senso all’evento e l’associazione Lokomortiv Musik che fin dall’inizio ha creduto nella riuscita della manifestazione”.
L’attività dell’Aurunci Rugby ora si sposta sulla spiaggia, a Vindicio tutti i martedì e venerdì, dalle 19.00 alle 20.15, occasione per tutti per iniziare a provare questo meraviglioso sport.