AS Rugby Milano: Una mamma chiama a raccolta il mondo ovale e dedica all’ASR il concorso “First di Vodafone”

392830_283128091724417_282036741833552_727057_2123323853_n

‘SOSTENERE e AVANZARE’ è il motto del rugby lo sanno anche le mamme. “Sostenere e Avanzare, è un modo che ho imparato qui in As Rugbyilano – racconta Sara, la mamma di Tommaso 12 anni e Mattia 10 anni, due nostri giovani rugbysti – Quando la Vodafone, attraverso un concorso, mi ha chiesto ‘qual’è il tuo desiderio e come la tecnologia ti può aiutare a realizzarlo?’ ho subito pensato a loro: SOSTENERE i bambini, i loro allenatori e i loro punti di riferimento, i ragazzi della serie A e AVANZARE”. Sara spiega così la sua idea di applicare le più innovative tecnologie della telefonia mobile al rugby e ai progetti sociali del Club. “Ho fatto un sogno, un sogno ovale in cui c’eri anche tu”: inizia così l’appello che ha lanciato in Rete, su Facebook e su Twitter e che in una settimana è diventato virale portandola in testa alla classifica. Ma i giochi sono ancora aperti, si vota fino al 30 settembre e l’AS Rugby Milano chiama a raccolta tutto il mondo del rugby e chi ha attenzione per la crescita dei ragazzi attraverso l’etica dello sport chiedendo a tutti di votare il progetto LA MIA #FIRST SQUADRA DI RUGBY TECNOLOGICA al link www.firsts.com

Votare con un click è un aiuto semplice ma concreto alla realizzazione di questo progetto ma dimostra anche che i valori del rugby che insegniamo ai ragazzi sul campo vengono fatti propri dalle famiglie e da tutti quelli che vivono il rugby anche solo di riflesso.
“Ho unito i concetti modernissimi di smart home e wearable technology a quelli piu’ caldi e rassicuranti de ‘il telefono è la tua voce’ pensando a un Club che è una grande famiglia” ci ha raccontato. Nel sogno ovale ci sono webcam per seguire i lavori di costruzione del nuovo campo e un collegamento streaming per accompagnare la squadra in trasferta o per avvicinare le famiglie dei giocatori stranieri e ancora per ‘abbattere’ idealmente i muri del carcere, a Bollate e al Beccaria dove entriamo tutte le settimane per insegnare le regole del rugby. La Club House è il luogo dove sperimentare un sistema M2M per gestire energia elettrica, luce, cancelli e la tecnologia NFC al posto delle chiavi (per aprire la palestra, i cancelli, i magazzini, ecc)” spiega l’ambizioso progetto che prevede anche attrezzature per una palestra che ora è solo uno scantinato, la ‘wearable technology’ applicata al rugby, con gps che permettono di gestire e monitorare il lavoro di preparazione atletica, o si indossano come maglie e misurano scatti e placcaggi. “È un sogno per chi è abituato ad allenarsi sotto la ferrovia e quando va in trasferta deve lasciare a casa la sua ‘grande famiglia’; è un sogno ma chi crede che ‘sostenere e avanzare’ non sia solo un motto… non si ferma fino a quando non sente il fischio dell’arbitro! Me lo hanno insegnato i miei figli e l’As Rugby” conclude.

>> Guarda il video e vota qui: http://www.firsts.com/content/vodafone-firsts/it/voting.html

>> Guarda lo spot creato da ASR per supportare il progetto: http://youtu.be/YeGpbVHnW08
>> Visita la pagina Facebook Sogno Ovale