Arechi Rugby: un omaggio a “Le Piazze del Rugby” da parte di due giocatori delle Zebre

26042013_piazze-del-rugby-2_01

in attesa della giornata di festa finale della seconda edizione de “Le Piazze Del Rugby”, che si svolgerà giovedì 29 Maggio presso il Centro Sportivo “Terzo Tempo” di San Mango Piemonte (SA), giunge un gradito omaggio da parte di due giocatori delle Zebre Rugby, franchigia ufficiale della Federazione Italiana Rugby.
Tommaso D’Apice, tallonatore delle Zebre e della Nazionale Italiana, e Luca Redolfini, pilone delle Zebre, hanno infatti voluto salutare l’Arechi Rugby e tutti i ragazzi delle scuole partecipanti alla giornata di festa finale de “” in un video, ringraziandoli per il lavoro svolto e augurando a tutti i partecipanti all’iniziativa di divertirsi.
L’evento, che coinciderà con il Torneo Memorial “Ugo Petrone” – in memoria di un rugbista salernitano prematuramente scomparso – si svolgerà durante l’intera mattinata di giovedì 29, dalle ore 9 alle ore 13.30 circa. Durante la mattinata, più precisamente dalle ore 12 alle ore 13, ci saranno vari collegamenti live su Radio Bussola 24 – media partner ufficiale dell’evento – che, per l’occasione, ha programmato una speciale puntata de “Gli Sportaccioni” durante la quale si parlerà principalmente della giornata di festa finale de “Le Piazze Del Rugby”.
Per il capitano dell’Arechi Rugby, Dario Finamore, grande soddisfazione nel notare l’interesse che l’evento “Le Piazze Del Rugby” sta suscitando a livello nazionale: “Un saluto da parte di due giocatori di livello internazionale che fanno parte della franchigia italiana delle Zebre non è semplice da ricevere. Noi dell’Arechi Rugby, nati da poco meno di due anni, stiamo riuscendo a creare un movimento incredibile nella città di Salerno, suscitando anche l’interesse di squadre di assoluto livello come le Zebre, appunto. Giusto per precisare che, se non fosse abbastanza chiaro, questi risultati erano inimmaginabili fino a poco tempo fa. La nostra società ha reso possibile anche questo grande risultato, e ne siamo fortemente orgogliosi”.

Il link del video è il seguente: