Amatori Catania Rugby: sofferta vittoria col bonus contro il Padua

Amatori CT vs Padua RG 2

Amatori Catania Rugby vs Padua Ragusa Rugby 30 novembre 2014, stadio del rugby “Benito Paolone” ore 14:30
Partita giocata con il messaggio “contro OGNI violenza”, nel ricordo delle vittime dell’odio di genere.

Un coriaceo e indomito Padua si piega ad un Amatori Catania, che deve lottare su tutti i fronti per vincere e conquistare il bonus offensivo con la quarta meta.

Paduini forti, in crescita, ma oggi capitan Di Paola e compagni volevano e dovevano vincere per riscattare la sconfitta nel derby di Messina, quindi forza, coraggio e tanta determinazione. Meta di Michael Russo, che in percussione con Cristian Ardito va in meta, un calcio piazzato per parte e primo tempo si chiude 10-3.

Secondo tempo e il Padua riesce a rallentare il ritmo forsennato dell’Amatori, che comunque va in meta con una splendida percussione Davide Vasta, il Padua in mischia chiusa sfrutta un errore difensivo a cinque metri e va in meta.

Ma la premiata ditta dello sprint Borina/Di Paola confeziona una meta gioiello : touch per Padua, “rubata”, transizione, apertura con terze linee e trequarti, palla all’inserimento dell’estremo Borina, che in velocità lancia Di Paola, meta e tripudio del “Paolone”!!!

Serve la quarta meta per il bonus, ci pensa Fabio Borina, che con uno sprint bruciante s’invola in meta resistendo all’ultimo placcaggio di rientro, segna la quarta meta e la sua prima stagionale (dopo tanti calci a segno!), a lui va la copertina di questa domenica, alla sua capacità e caparbietà, alla sua classe!

Ultimi 10 minuti con il Padua a corto di fiato e l’Amatori con tanta voglia, ma solo un piazzato segnato, senza infierire e senza rischiare.

Note positive dai due juniores Caruso e Giustolisi e dal pilone oriundo Luciano Amato, il cui contributo nel secondo tempo è stato determinante.

Amatori che si appresta ad andare avanti crescendo sempre più, il grande lavoro di coach Ezio Vittorio, del preparatore Raffaele Marino e dell’alòlenatore della mischia Mario Privitera si fa vedere e come, occorre concentrazione per il proseguo del campionato e per giungere a mete ben più importanti!

Foto di : Giuseppe Maugeri e Mariagrazia Schiros