Amarezza per il Cuneo Pedona Rugby nella sfida con il Novara

mischione

Cuneo Pedona Rugby 29 – 48 Novara Rugby

Campionato Serie C

La stagione del Cuneo Pedona Rugby finisce sul campo neutro di Settimo Torinese contro la formazione di Novara, in un match di spareggio che lascia un po’ di amarezza e che rappresenta l’ultimo capitolo di una stagione ricca di soddisfazioni per il XV biancoblu di coach Albertini. E’ doveroso precisare fin da subito che si è trattato di una bellissima partita, da giocare e da vedere: gioco pulito, la palla che prendeva spesso il largo, molti ribaltamenti di fronte, le due squadre che difendevano tanto e bene. Al terzo minuto del primo tempo, è il numero 10 del Cuneo, Michele Verra, a portare i suoi in vantaggio, finalizzando un’efficace azione di squadra. Il vento forte mette un muro davanti ai pali, non permettendo a Sciaccaluga di realizzare la trasformazione, 5 a 0.

Venti minuti dopo, arrivano due mete del Novara, ambedue trasformate dal numero 10 blu: 5 a 14. Seguono azioni offensive molto intense da ambo i lati del campo, che le rispettive difese riescono solidamente a vanificare. Ma i primi 40 minuti non sono ancora finiti e ad una manciata di secondi, con un’azione dettata dall’esperienza, il mediano di mischia del Cuneo, Sefano Orcellet, inganna tutti e riesce a trovare un varco verso la linea di meta. Sciaccaluga trasforma, contribuendo ad accorciare le distanze: 12 a 14.

Dopo l’intervallo, i cuneesi partono subito forte. Con un’azione fluida, in cui la palla prende bene il largo, arrivando fino all’ala, i bianco blu riescono a portare Carmelo Mammana a meta: il numero 14 schiaccia la palla oltre la linea, nonostante subisca un brutto placcaggio al collo. Proprio per questo l’arbitro concede la meta tecnica, dando la possibilità a Sciaccaluga di calciare da posizione più centrale. 19 a 14 per il Cuneo. Qui iniziano 25 minuti di grande equilibrio fra le due formazioni. Il risultato viene sbloccato da Elio Giacoma che trova i 5 punti a seguito di un gioco della mischia potente e coordinato. 24 a 14.

Ma il Novara non ha alcuna intenzione di mollare le redini e con orgoglio riesce a portarsi più volte sotto i pali: è una formazione ben organizzata tatticamente e molto preparata fisicamente. Vanno in meta una volta nel corso degli ultimi dieci minuti. Ed una seconda volta durate il tempo di recupero. Il tempo regolamentare finisce 24 pari: si deve andare ai supplementari, altri due tempi da 15 minuti. Quasi subito va in meta Umberto Rosso, portando il Cuneo sul 29 a 24. Ma è nel secondo tempo supplementare che qualcosa si rompe per i Cuneesi ed il Novara non esita ad approfittarne, andando prima in vantaggio 29 a 31 e realizzando poi altre tre mete che chiudono la partita sul 29 a 48.

Onore al Novara che chiude al terzo posto il campionato piemontese ed un grandissimo grazie ai ragazzi del Cuneo Pedona Rugby che hanno disputato un campionato di livello, piazzandosi quarti e lasciandosi alle spalle tanti bei successi ed alcune sconfitte, anche queste utili a far crescere la squadra. Il prossimo appuntamento, ora, è al Rugby d’Oc XII, la festa del rugby che vedrà disputarsi tornei delle diverse categorie, tanta musica e tanta festa per tre giorni dal 23 al 25 maggio (maggiori info rugbydoc.it)

Category: Piemonte 1, Serie C