Acque agitate a Treviso: “sospeso” un taglio sugli stipendi di marzo

ph. Alessandra Florida

Il faccia a faccia c’è stato lunedì, ma la notizia viene pubblicata solo oggi da La Tribuna. Nella tarda mattinata, prima dell’incontro di Calvisano tra Amerino Zatta e il presidente della FIR Gavazzi, il dg Vittorio Munari ha comunicato ai ranghi completi della rosa riunita alla Ghirada la decisione della società di tagliare del 15% lo stipendio di marzo. Una decisione presa dal club biancoverde dopo le deludentissime ultime prove del club in Pro12, soprattutto quella di Galway contro il Connacht. Proprio dopo quella partita il presidente Zatta aveva parlato di possibili sanzioni economiche.
I giocatori però hanno contestato la decisione della società e dopo una trattativa condotta dal capitano Antonio Pavanello hanno ottenuto una sorta di “sospensione”. Questa la versione del quotidiano veneto, altre fonti parlano invece di una comunicazione da parte della società circa un taglio possibile ma non deciso, tanto che poi lo stipendio è stato interamente corrisposto.
Ad ogni modo acque agitate a Treviso, non il massimo per affrontare gli ultimi due mesi scarsi di una stagione da dimenticare.

L’articolo Acque agitate a Treviso: “sospeso” un taglio sugli stipendi di marzo sembra essere il primo su On Rugby.