Acireale Rugby: vittoria in trasferta contro l’Iron Team Palermo

IMG-20141130-WA0004

Inizia il girone di ritorno e per i granata si presenta l’ennesima trasferta,
lontani dalle mura amiche; ma l’attesa sta per terminare, infatti, domenica prossima, i leoni
ritorneranno al Tupparello. Oggi si battezza, rugbysticamente parlando, Giulio Polimeni,
diciottenne che esordisce in prima squadra, frutto della scuola rugby acese; “un orgoglio e una
grande soddisfazione – afferma Massimo Nicotra, vice presidente acese e coordinatore del settore
giovanile -. L’Acireale Rugby ha prodotto notevoli talenti negli ultimi anni, dalla nazionale
Rugby13 all’accademia rugby nazionale; siamo soddisfatti del nostro lavoro e continueremo con
sempre più entusiasmo.”
Il match di oggi segna inoltre un momento delicatissimo nella stagione granata; i leoni vengono
dalla brutta sconfitta di Enna e da un’intensa settimana di allenamenti e rifiniture.
La partita, nonostante la buona partenza degli acesi, si mette subito in salita con un calcio di
punizione trasformato al nono minuto dal n.12 palermitano, Pasquale Claudio Tartamella. 3 a 0
I leoni si guardano dritti negli occhi, poche parole, solo sguardi carichi di riscatto, reattività; capitan
Re suona la carica e Irato risponde marcando una favolosa meta. Siamo al quattordicesimo e lo
stesso capitan Re trasforma. 3 a 7
Ora i padroni di casa percepiscono ciò che scorre nelle vene dei leoni, cercano di compattarsi, di
reagire, di arginare; conquistano in calcio di punizione da posizione favorevole ed il n.12
palermitano, Pasquale Claudio Tartamella, la trasforma. Siamo al ventiduesimo; 6 a 7.
La partita sale di livello, il ritmo dettato dai ragazzi di mister Nicotra cresce sempre di più
spiazzando gli avversari che, al ventiseiesimo, non possono far nulla contro un esplosivo n.13
granata, Diego Irato, che ritrova la via di meta per la seconda volta. Capitan Re è chirurgico e non
sbaglia la trasformazione. 6 a 14.
L’Iron Team, ancora una vota trova la forza di reagire, grazie al solito n.12, Pasquale Claudio
Tartamella, trova la via dei pali grazie ad un calcio di punizione trasformato egregiamente. 9 a 14.
L’arbitro fischia la fine del primo tempo.
La seconda frazione di gioco inizia con la reazione palermitana; pronti via, Pasquale Claudio
Tartamella, trasforma il primo calcio di punizione della ripresa. 12 a 14
Il colpo a freddo risveglia i leoni che da questo momento in poi non danno più tregua agli avversari;
è una marea granata; ottime le mischie, le touche, i sostegni, ritmo altissimo e tante azioni
pericolose. Passano poco più di cinque minuti ed il cecchino granata, Federico Re, trasforma un
calcio di punizione. 12 a 17.
La pressione rimane immutata e come in un batter d’occhio, capitan Re, centra i pali grazie ad un
altro calcio di punizione e porta i granati oltre il break. 12 a 20
La partita si surriscalda un po’ e iniziano a susseguirsi i cartellini gialli; inizia il n.8 palermitano,
Rosso Andrea, all’undicesimo, seguito poi dal n.8 granata, Federico Dell’Aria (al 26′) e dal n.6
granata, Nastasi Luciano (al 38′).