Aaron Cruden alza il gomito, gli All Blacks lo lasciano a terra

Aaron Cruden non giocherà contro Argentina e Sudafrica, ultime due gare del Rugby Championship 2014 per gli All Blacks, e non ha nemmeno seguito il gruppo in questa lunghissima doppia trasferta. Il ct dei tuttineri Steve Hansen lo ha infatti lasciato a casa per motivi disciplinari: il mediano d’apertura ha passato un sabato sera piuttosto movimentato, tornando tardissimo e dopo aver bevuto in abbondanza. Una decisione, quella di Hansen, che la NZRU ha subito fatto sapere di “sostenere completamente” e che lo stesso giocatore ha riconosciuta come giusta durante un colloquio a due con lo stesso allenatore (“sono profondamente imbarazzato, non ho scuse”, ha detto alla stampa).
Gli All Blacks dovevano partire sabato pomeriggio ma il volo è stato ritardato a domenica mattina. Alcuni giocatori hanno deciso di recarsi al The Zookeeper’s Son, un pub di Auckland, assieme a Aaron Smith, Brodie Retallick, Kieran Read, Conrad Smith e Sam Whitelock. A tirare tardi bevendo in maniera esagerata è stato però il solo Cruden. Al suo posto giocherà Beauden Barrett, convocato Tom Taylor.

L’articolo Aaron Cruden alza il gomito, gli All Blacks lo lasciano a terra sembra essere il primo su On Rugby.